Donne manager: Italia fanalino di coda, Slovacchia e CEE sopra la media

Uno studio di Manageritalia (organizzazione di rappresentanza della categoria dirigenziale) su dati Eurostat, piazza l’Italia quale fanalino di coda in Europa quanto a numero di donne nelle ‘stanze dei bottoni’ aziendali, e dice che le donne potrebbere essere un vero motore di sviluppo in Italia, a differenza dei principali Paesi OCSE che già hanno una elevata partecipazione al lavoro della popolazione femminile. È dunque necessario lavorare, dice lo studio, perchè un grave deficit culturale diventi un vantaggio, perchè siano eliminati i costi della discriminazione femminile.

Se in Italia le donne manager sono appena l’11,9%, nei Paesi dell’Europa del nord arrivano anche a quattro volte tanto, con i Paesi baltici Lettonia (44,6%), Lituania (42,8%) e Estonia (41,2%) a guidare questa speciale classifica. E mentre la media dell’Unione Europea arriva ad un 33%, anche gli altri Paesi del centro-est sono tutti piazzati molto bene, sopra la media. E se qui Ungheria e Polonia guidano il gruppo, la Slovacchia si piazza terza nell’area con il 36,9%. Tra i Paesi dell’Europa occidentale soltanto Irlanda (37,4%), Francia (37,4%) e Regno Unito (34,9%) tengono il passo superando la media. Tutti gli altri sono sotto, anche la Scandinavia che tradizionalmente ha sempre dato molto spazio all’universo femminile. A chiudere la classifica, come si diceva, l’Italia, preceduta dalla Grecia.

Se si guarda soltanto alle società quotate, l’Italia si ferma al quart’ultimo posto in Europa, con il 3,2% di donne ai piani alti e nei Consigli di amministrazione, contro una media europea dell’11,4% e tassi oltre il 20% in Scandinavia, che qui si prende la rivincita (addirittura la Norvegia al primo posto con il 42%).

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google