RS – Il mondo adesso [Volkswagen, Trump, Cipro, Migranti, Giappone, Usa, Egitto]

news-mondoadesso

Volkswagen accetta di pagare 4,3 miliardi di dollari di multa agli Stati Uniti. La casa automobilistica tedesca si è dichiarata colpevole di tre diversi capi d’accusa in relazione allo scandalo delle auto diesel vendute negli Stati Uniti, che sarebbero state sottoposte a test delle emissioni truccati. L’azienda avrebbe inoltre cercato di occultare la manipolazione dei risultati. Lo scandalo è emerso nel settembre del 2015. Il dipartimento di giustizia ha inoltre fatto sapere che sei dirigenti dell’azienda saranno incriminati.


Donald Trump attacca i giornalisti alla sua prima conferenza stampa. L’11 gennaio il presidente eletto degli Stati Uniti ha convocato la stampa per rispondere dei suoi rapporti con la Russia, in particolare riguardo all’ipotesi che Mosca abbia interferito con le presidenziali statunitensi. Secondo Trump il dossier presentato poche ore prima all’Fbi, che contiene dure accuse contro di lui, è pieno di “notizie false” che non avrebbero dovuto essere pubblicate. Trump ha detto di pensare che l’attacco informatico al comitato nazionale democratico sia stato colpa della Russia. Ha fatto sapere inoltre che non pubblicherà le sue dichiarazioni dei redditi e che cederà il suo impero ai figli.


I rappresentanti di Londra, Atene e Ankara si uniscono ai colloqui di pace su Cipro. I ministri degli esteri britannico, greco e turco parteciperanno oggi ai negoziati di Ginevra per discutere delle questioni legate alla sicurezza. Ieri, 11 gennaio, i rappresentanti della parte turca e di quella greca dell’isola si sono scambiati per la prima volta delle mappe con delle proposte di scambi territoriali. Secondo le Nazioni Unite è una mossa che fa ben sperare.


Nel 2016 in Germania sono calate drasticamente le richieste d’asilo. L’anno scorso i richiedenti asilo arrivati in territorio tedesco stati solo 280mila, contro gli 890mila del 2015. Secondo il ministro dell’interno Thomas de Maiziere la diminuzione è legata alla chiusura della rotta balcanica e all’accordo sui migranti tra l’Unione europea e la Turchia. Più di un terzo delle richieste d’asilo è stato presentato da siriani (36 per cento), seguiti da afgani, iracheni, albanesi, iraniani ed eritrei.


Incendio in un capannone occupato da migranti a Sesto Fiorentino, un morto. La vittima è un somalo di 35 anni, altre due persone sono rimaste intossicate. L’incendio è scoppiato la sera dell’11 gennaio in un ex mobilificio dove vivevano in condizioni precarie un centinaio di immigrati in gran parte originari del Corno d’Africa. L’edificio era occupato dal dicembre del 2014. Il comune di Sesto Fiorentino ha allestito delle tende dove ospitare temporaneamente le persone rimaste senza un tetto.


Il governo giapponese lascerà abdicare l’imperatore Akihito alla fine del 2018. Il 1 gennaio 2019 potrà salire al trono il principe ereditario Naruhito. Il parlamento giapponese deve approvare una legge speciale per permettere all’attuale imperatore di abdicare, dal momento che tutti i suoi predecessori sono rimasti al potere fino al momento della loro morte.


Negli Stati Uniti è stata eseguita la prima condanna a morte del 2017. Christopher Wilkins, 48 anni, è stato ucciso con un’iniezione letale in Texas. Era stato riconosciuto colpevole di un duplice omicidio a Fort Worth nel 2008.


Un tribunale egiziano ordina il congelamento dei beni di due ong. Colpiti dal provvedimento il gruppo Nazra per gli studi femministi e la sua direttrice Mozn Hassan, e l’Organizzazione per la riforma penale araba e il suo fondatore Mohamed Zarea. È l’ennesimo giro di vite contro le ong in Egitto. Cinque anni fa le autorità egiziane hanno aperto un’inchiesta sui finanziamenti illeciti dall’estero ai gruppi della società civile, nel corso della quale sono stati incriminati molti noti attivisti per i diritti umani.


I titoli dei quotidiani italiani di oggi 12 gennaio 2017

  • Corriere della Sera: “Non voteremo sull’articolo 18”
  • La Repubblica: “Articolo 18, no al referendum”
  • La Stampa: “Confessione choc. Genitori uccisi per i brutti voti”
  • Il Sole 24 Ore: “La consulta boccia referendum sull’art. 18”
  • Il Fatto Quotidiano: “Il verbale: Lotti scarica l’amico di Renzi, ma non lo denuncia”
  • Il Giornale: “Politici, manager, giornalisti. Tutti spiati dagli americani”
  • Libero: “I partiti difendono i paraculi”
  • Il Foglio: “Lo spione privato, se scoperto, va in galera. Il pm che fabbrica dossier non pagherà mai dazio. È la legge, bellezza”
  • Il manifesto: “Pessimo lavoro”

 

 


Dal sito Internazionale.it

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google