MOL apre entro l’anno un impianto hydrocracker in Croazia

Il gruppo petrolifero ungherese MOL, di cui è parte anche la società slovacca Slovnaft, aprirà una nuova unità di produzione di gasolio in Croazia a Rijeka (la ex-italiana Fiume), che inizierà probabilmente a funzionare alla fine di quest’anno. L’unità di hydrocracking doveva essere operativa a metà di quest’anno ma il progetto è stato ritardato, ha scritto il quotidiano ungherese Napi Gazdaság.

L’hudrocracking, o chacking idrogenante, è un processo catalitico che converte gli oli pesanti in frazioni più leggere, è soprattutto usato per distillati pregiati ed è uno dei due sistemi della moderna industria di raffinazione, assieme all’FCC, Fluid Catalytic Cracking, che è più che altro usato per le benzine.

L’impianto MOL di Rijeka, il secondo del genere dopo quello di Bratislava, avrà una capacità di trattare 50.000 barili di greggio al giorno. Gestito da INA, la compagnia petrolifera croata al 47,2% di proprietà di MOL, la raffineria di Fiume potrà elaborare fino a 102.000 barili di olio pesante al giorno. L’altra struttura INA a Sisak ha una capacità giornaliera di 143.000 barili.

(Fonte bbj)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google