Il presidente Kiska conferisce onorificenze di Stato a 20 personaggi pubblici

Lunedì il presidente Andrej Kiska ha assegnato onorificenze di Stato a 20 personaggi pubblici della società slovacca in una cerimonia presso il Castello di Bratislava in occasione della festa della Fondazione della Repubblica Slovacca che cadeva il 1° gennaio.

È assolutamente vitale per un ulteriore sviluppo democratico e civile della nostra società, ha detto Kiska nel suo discorso,  onorare e ascoltare chi ha protetto e coltivato la nostra memoria collettiva. Soprattutto in tempi turbolenti come quelli attuali di dichiarazioni dai toni aspri e giudizi rapidi, pensa il presidente, convinto che la verità sulla storia slovacca non deve essere colorata ideologicamente o intenzionalmente abbellita. «Abbiamo bisogno di capirla e trarne insegnamenti», e dare merito a coloro che hanno preso posizione con coraggio contro i demoni del passato, ha concluso.

Il presidente ha poi conferito l’Ordine della Doppia Croce Bianca di 2a classe al regista Juraj Herz (foto qui sotto), 82 anni, in riconoscimento dei suoi straordinari contributi alla cultura e al compositore e musicista ceco Michal Kocáb, 62 anni, già ministro per i diritti umani e le minoranze etniche, per i suoi contributi straordinari verso il miglioramento generale delle relazioni tra la Repubblica Ceca e la Slovacchia.

L’Ordine di Ľudovít Štúr, 1a classe, è andato allo storico 78enne Ivan Kamenec, per il suo contributo per lo sviluppo della democrazia, dei diritti umani e delle libertà e delle scienze storiche, all’avvocato Ivan Trimaj per i suoi straordinari contributi allo sviluppo della democrazia, dei diritti umani e delle libertà e della legislazione slovacca cui ha dedicato gran parte della sua vita. La stessa onorificenza è stata poi conferita postuma a due personalità scomparse da alcuni anni: al politico Ján Langoš, fondatore dell’Istituto per la Memoria Storica (UPN) morto sessantenne nel 2006, per contributi straordinari allo sviluppo della democrazia, dei diritti umani e delle libertà e per la difesa della memoria collettiva della Nazione, e a Zora Jesenská, poetessa, traduttrice, critica letteraria scomparsa nel 1972 a 63 anni, per straordinari contributi allo sviluppo della democrazia, dei diritti umani e delle libertà e allo sviluppo della pratica della traduzione.

La Croce di Pribina, 1a classe, è stata assegnata dal presidente a Juraj Hromkovič, 58enne informatico e docente universitario slovacco, professore presso l’ETH di Zurigo, per contributi straordinari verso la ricerca e le scienze in Slovacchia e a Jaroslav Krajčo, prolifico autore di letteratura giuridica ed ex giudice della Corte Suprema, per contributi straordinari allo sviluppo del diritto.

Le altre onorificenze sono l’Ordine di Ľudovít Štúr, 2a classe, a Eva Mosnáková, Tamara Pustaj, Michal Kaščák (organizzatore del festival Pohoda), Alexandra Krsková, Tomáš Janovic e l’attore Martin Huba (foto qui sopra); e la Croce di Pribina 2a classe a Zita Furková, Daniela Šilanová (in memoriam), Ladislav Kováč, l’artista Ilona Németh, Mária Maciková e Augustin Maťovčík.

(La Redazione)


Foto prezident.sk

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google