Il governo rimanda di sei mesi l’obbligo delle caselle email certificate per le aziende

e-gov_e-schranka

Il consiglio dei ministri ha deciso oggi, su proposta del vice primo ministro per gli Investimenti e l’Informatizzazione Peter Pellegrini (Smer-SD), di prorogare il termine per l’attivazione da parte delle imprese delle caselle postali elettroniche certificate necessarie per il dialogo con le amministrazioni pubbliche. Anziché dall’1 gennaio, il sistema diverrà effettivo dall’1 luglio 2017.

Dal 1° novembre è iniziato l’obbligo per le autorità e istituzioni dello Stato di notificare gli atti alle persone giuridiche slovacche per via elettronica. Le diverse autorità statali e pubbliche sono obbligate a utilizzare prioritariamente la forma elettronica per la comunicazione con i soggetti aziendali tramite le caselle di posta elettronica certificata, un obbligo che formalmente era in vigore già dal 2013, ma un’eccezione nella legge sull’Amministrazione digitale, o e-Government, ne aveva rinviato la scadenza a causa di ostacoli tecnici.

Ma gli ‘ostacoli tecnici’ non sembrano essere stati del tutto superati, e la Camera Slovacca per il Commercio e l’Industria (SOPK) ha chiesto un’altra proroga per l’attivazione obbligatoria delle email certificate, spostando la scadenza di sei mesi al 1° luglio 2017. Pellegrini ha dunque deciso ieri, dopo un incontro con il presidente SOPK Peter Mihok di farsi portatore della proposta in seno al governo.

Fino ad oggi solo il 25% delle circa 230.000 persone giuridiche registrate in Slovacchia hanno fatto richiesta della carta di identità elettronica e del codice di sicurezza personale che permettono di aprire la casella di posta elettronica certificata. E questo nonostante una campagna informativa incessante lanciata proprio dall’ufficio del vice primo ministro. La proroga è stata vista come necessaria anche per l’assalto da parte degli amministratori di impresa agli uffici che consegnano le carte di identità con il chip elettronico. Per l’operazione fino a poco tempo fa bastavano dieci minuti, ma ora il grande afflusso di pubblico nei centri dedicati ha portato ad attese anche un’ora e quaranta minuti. Solo a Bratislava nell’ultimo mese il numero delle richieste è quasi raddoppiato.

Le caselle email certificate serviranno per la consegna di documenti ufficiali alle imprese da parte degli uffici pubblici. Questa nuova forma di comunicazione tra le autorità pubbliche e imprenditori è stata emanata la legge tre anni fa. Il termine originale per l’attivazione e-cassette delle lettere è stato 31 Luglio 2016; tuttavia, è stato prolungato fino alla fine dell’anno.

(La Redazione)

1 comment to Il governo rimanda di sei mesi l’obbligo delle caselle email certificate per le aziende

  • Mauro Zanchetta

    per fortuna ,,,, tutto organizzato alla …. slovacca … Si deve andare dalla polizia per stranieri , dove possono farla gli slovacchi , la carta d’identità non la legge il sistema ….

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google