Redditi d’impresa, il Parlamento approva riduzione dell’imposta al 21%

tasse-impost-bs

L’aliquota dell’imposta sui redditi delle società è stata ridotta di un punto al 21% con l’approvazione dell’apposito emendamento ieri in Parlamento. La modifica porterà anche altre novità, tra le quali la cancellazione dei contributi obbligatori di assicurazione malattia sui dividendi e la loro sostituzione con una tassa pari al 7% sui dividendi stessi. A seguito delle proteste dei datori di lavoro, oltre alla riduzione di tale aliquota, inizialmente fissata al 15%, è stata abbandonata dalla coalizione di governo anche l’idea di applicare tale tassazione in maniera retroattiva.

Il ministero delle Finanze rivendica la riduzione delle imposte come un passo verso un miglioramento dell’ambiente imprenditoriale e «una maggiore motivazione delle aziende a pagare le tasse».

L’emendamento aumenta anche il tetto per le spese forfettarie del lavoratori autonomi, che potranno scontare spese fino al 60% dei costi totali per un massimo di 20.000 euro annui.

Allo scopo di «combattere l’evasione fiscale e le società fittizie», vengono inoltre inasprite le sanzioni nei casi in cui il contribuente elude deliberatamente gli obblighi fiscali, ma saranno garantiti sconti per chi paga tali multe nei tempi indicati.

Le modifiche si applicheranno dal prossimo anno di imposta, e dunque diverranno effettive con la presentazione delle dichiarazioni dei redditi 2017, fatte a partire dal marzo 2018.

(Red)

1 Trackback / Pingback

  1. Selezione News n. 151 - ImprendiNews

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.