Governo, ministeri Ambiente e Difesa decontamineranno sei discariche pericolose

rifiuti-discarica_johnpotter-cc0

Il governo ha deciso mercoledì la messa in sicurezza a carico dello Stato per sei discariche pericolose che rappresentano un problema ambientale. Saranno i ministeri dell’Ambiente e della Difesa che dovranno occuparsi di decontaminare le discariche, anche servendosi di fondi dell’UE. I procedimenti giudiziari per determinare le persone o gli enti colpevoli della situazione nelle discariche sono stati terminati senza addebiti o accuse specifiche, in quanto le indagini non hanno portato a definire chi ha dato origine ai siti usati come discariche.

Nel caso particolare della ex discarica di un impianto chimico nel distretto di Bratislava-Vrakuna, che ha provocato numerose proteste da parte dei residenti, il ministro dell’Ambiente Laszlo Solymos (Most-Hid) ha detto che la soluzione del problema ha la priorità. Il piano di decontaminazione, che è basato su un dettagliato studio geologico dei rischi, è stimato avere un costo di 20-25 milioni di euro dalle risorse del Programma Operativo Qualità per l’Ambiente e sarà avviato nella seconda metà del 2017.

Lo stesso ministero dovrà occuparsi anche della discarica di rifiuti industriali di Cierny les nel distretto di Bratislava-Ruzinov, nei pressi della raffineria Slovnaft, della discarica Holicov Vrch di fanghi galvanici a Myjava (regione di Trencin) e di una discarica nell’abitato di Harcas presso la città di Komarno (regione di Nitra).

Il ministero della Difesa, dal canto suo, dovrà decontaminare la caserma Kasarne SNP a Martin (regione di Zilina) e la caserma delle forze aeree a Sliac (regione di Banska Bystrica).

Ora i due dicasteri devono preparare e presentare i piani dettagliati per la rimozione dei carichi ambientali nei siti individuati. I funzionari del ministero dell’Ambiente hanno individuato in totale 150 siti di vecchi carichi ambientali, 40 dei quali dovrebbero essere trattati nel prossimo futuro. Se, come nei casi di cui sopra, non si riuscirà a determinare i colpevoli, anche per queste altre discariche dovrà intervenire lo Stato. Secondo il ministero non dovrebbe sussistere il problema della creazione di nuove discariche di questo tipo, in quanto le regole e norme vigenti non lo consentono.

(Red)

_
Foto johnpotter/CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.