La verità dietro la polemica tra Renzi e Orban

renzi-orban_skpres

Nella polemica scoppiata nei giorni scorsi (ma che da mesi covava sotto la cenere) fra Roma e Budapest, che ha visto l’intervento diretto ed esplicito del premier ungherese Victor Orban e la risposta di quello italiano Matteo Renzi, non c’è solo uno scontro fra due diversi interessi nazionali, ma anche fra due visioni diverse dell’Europa, dei suoi valori fondanti e dei suoi obiettivi, della solidarietà fra i suoi Stati membri, e del rapporto con l’immigrazione e in particolare con i rifugiati.

Orban annuncia che continuerà a mettere il veto all’accoglimento delle quote di rifugiati, provenienti da Italia e Grecia, che l’Ue ha assegnato all’Ungheria con la controversa decisione sulle “relocation” (ricollocamenti); Renzi replica che, se questo è il caso, alla mancanza di solidarietà di Budapest risponderà mettendo il veto al bilancio comunitario, quando si tratterà di finanziare i fondi Ue per l’Ungheria.

Ma, indipendentemente dalla validità delle ragioni di ognuno, dal punto di vista puramente giuridico uno dei due ha il diritto di porre il veto, l’altro no.

Leggi il resto su Askanews.it

Leggi anche: Orban: “Renzi nervoso, è in difficoltà”

 

_
Foto: Renzi e Orban a Bratislava (skpres)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.