Sario Daily Media Monitoring

Riportiamo anche oggi alcune delle più importanti notizie tratte dalla newsletter della Sario, Agenzia del Ministero dell’Economia per attrarre gli investimenti diretti in Slovacchia e per la promozione del commercio estero, firmata dalla nostra collega Ildiko Dungelova. Il nostro Editore, Slovakia Group s.r.o., è business partner di Sario per il mercato italiano, ed è disponibile a fornire aiuto ed informazioni per tutto quello che riguarda gli investimenti in Slovacchia da parte degli imprenditori italiani.

– Il Pristavny Most di Bratislava, che collega il quartiere di Petrzalka con il resto della città, attraverso il Danubio, alla fine dovrebbe diventare a senso unico, perché un nuovo ponte gli sarà molto probabilmente costruito accanto. Questo è il piano del nuovo Ministro dei Trasporti Jan Figel (KDH). Il Ministero dei Trasporti ha ritardato la costruzione del ponte che era originariamente concepito come parte del bypass dell’autostrada D4 di Bratislava, e sta valutandone la costruzione con un progetto di PPP (public-private partnership). Il valore dell’investimento, e la sua calendarizzazione, è ancora poco chiaro.

– Il gestore e sviluppatore di parchi logistici PointPark Properties, in collaborazione con la società Optima Consulting, costruirà il suo terzo parco logistico in Slovacchia fuori Strecno, vicino a Zilina. Il nuovo parco sarà situato su una proprietà di totali 90.000 mq.

– La crescita dei prezzi nel settore industriale in Slovacchia è continuata anche nel mese di Agosto. I prezzi dei produttori industriali sono cresciuti del 2% in Agosto, la stessa cifra di Luglio. Tuttavia, i prezzi alla produzione industriale sono ancora inferiori a livello annuale, anche se il crollo è sceso allo 0,4% dallo 0,7% del mese di Luglio, ha informato l’Ufficio di Statistica slovacco.

– Solo il 18% degli slovacchi guadagna più di 1.000 euro al mese, un decimo di meno rispetto alla vicina Repubblica Ceca. In entrambi i Paesi la maggioranza dei lavoratori guadagnano meno del salario medio nazioniale. Nella Repubblica Ceca sono in questa condizione circa il 65% dei lavoratori, e in Slovacchia il 70%, secondo un’analisi fatta dagli uffici statistici dei due Paesi.

I salari attesi di chi cerca lavoro nelle regioni in euro:

Bratislava 808
Banska Bystrica 696
Zilina 707
Trencin 719
Trnava 750
Nitra 721
Presov 688
Kosice 687

– Le aspettative salariali degli slovacchi non vanno più aumentando a un ritmo irreale, come prima della crisi. A quel tempo crescevano di oltre il 10% su base trimestrale. Nel 2° trimestre del 2010 le persone in cerca di lavoro si aspettavano una crescita annuale delle retribuzioni di appena il 2%, cioè 14 euro in cifre reali. Il salario previsto è quindi di circa 764 euro (lordo), secondo i dati raccolti dal portale Profesia.sk.

– L’attuale sistema di occupazione nella Pubblica amministrazione è ingiusto per i lavoratori, inefficace per i cittadini, e inoltre non aiuta una gestione efficace della Pubblica amministrazione, secondo Frantisek Palko, capo dell’Istituto IHP di politica economica ed ex Viceministro delle Finanze. Il suo istituto ha pubblicato dieci raccomandazioni intese a conseguire più efficaci condizioni di lavoro e di remunerazione. Secondo Palko, se le misure fossero adottate entro 3-4 anni, si potrebbe risparmiare circa un 15% del costo del lavoro.

– I rappresentanti della Confederazione dei sindacati (KOZ) sono partiti per Bruxelles per partecipare alla manifestazione europea contro i tagli dei bilanci nazionali, fissata per oggi. Secondo i sindacalisti di tutta Europa, i tagli sono a spese dei lavoratori e dei cittadini dei singoli Paesi dell’Unione. Una delegazione di 52 membri di KOZ ha aderito alla manifestazione, per rappresentare la base del sindacato slovacco di 360.000 iscritti. Chiedono sicurezza del lavoro e giustizia sociale.

(Fonte Sario)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*