Il Parlamento approva divieto di pattuglie non autorizzate sui treni

lsns_(video_lsns)

È stato approvato dal Parlamento martedì un provvedimento che permette solo alla polizia o alle persone degli operatori della rete ferroviaria di occuparsi di controllo dell’ordine pubblico sui treni e nelle stazioni ferroviarie. Il provvedimento, che impedisce a qualunque altro soggetto di organizzaare pattuglie o ronde, entrerà in vigore a partire dal mese di febbraio.

Preparato dai ministeri della Giustizia e degli Interni, l’emendamento è arrivato per bloccare l’iniziativa dei membri del partito di estrema destra Kotleba-Partito Popolare Nostra Slovacchia (LSNS), che ha organizzato pattuglie su certi treni passeggeri noti per avere avuto in passato problemi. Le operazioni per salvaguardare la sicurezza e la proprietà dei passeggeri è unicamente affidata «alla polizia o a enti e persone autorizzati dlla società ferroviaria che gestisce la linea o il convoglio», ha spiegato  il ministro della Giustizia Lucia Zitnanska (Most-Hid), aggiungendo che sarà possibile punire i trasgressori.

Il leader LSNS Marian Kotleba, governatore della Regione di Banska Bystrica, aveva annunciato il servizio di ronde provate di fronte alla stazione ferroviaria di Zvolen l’11 aprile scorso, dicendo di agire dopo un attacco a una donna 21enne che è stata aggredita su un treno tra Nove Zamky e Zvolen quanche giorno prima. La società ferroviaria di Stato ZSSK aveva emesso in seguito un regolamento che vieta tali attività sui suoi convogli, ma non è riuscita a scoraggiare le pattiglie di membri di LSNS.

(Red)

_
Foto: frame da video LSNS

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.