Ancora il terremoto: notte di paura in Centro Italia con crolli e feriti. Sfollati sotto la pioggia

terremoto_20161026_camerino

A due mesi dal dramma del 24 agosto, due forti scosse hanno colpito ieri l’Italia centrale, tra Marche e Umbria. Dopo la prima alle 19.10 di magnitudo 5.4, alle 21.18 una seconda scossa più intensa, di magnitudo 5.9. I comuni dell’epicentro sono Castel Sant’Angelo sul Nera, Visso, Ussita e Preci, nella provincia di Macerata, a 8-9 chilometri di profondità.

Decine di altre scosso più lievi (tra 2.5 e 3.4, con due picchi di 4.1 e 4.4 tra le 5 e le 6 del mattino) si sono poi susseguite nell’area fino a stamane. Secondo l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) sono state più di duecento le scosse. Fortunatamente si segnala solo 1 ferito a Visso (anziché 2 come comunicato in precedenza) e 8 contusi a Fabriano. Quando è sopraggiunta la seconda scossa molte persone erano già fuori dalle proprie abitazioni, e i numerosi crolli non hanno fatto registrare vittime, tranne una persona di 73 anni che sarebbe morta di infarto a Tolentino.

terrem_20161026

Migliaia le persone che hanno passato la notte in strada (due-tre mila secondo la Protezione civile), e oggi le scuole sono chiuse in Umbria e Marche per controlli. A rendere gli interventi di assistenza più difficili ci si sono messe la pioggia incessante e le condizioni meteorologiche avverse (con un freddo vento di tramontana) su Umbria e Marche. Nelle zone colpite sono temporaneamente saltate le linee elettriche e telefoniche. Si segnalano danni nei comuni vicini all’epicentro, e crolli anche nei comuni già colpiti dal terremoto del 24 agosto, in edifici già evacuati. Diverse strade, invase da frane, sono impraticabili, incluso un tratto della Salaria. Diverse zone sono ancora senza luce e telefono.

Gravi lesioni ha subito il carcere di Camerino, che è stato evacuato nella notte con il trasferimento dei 42 (34 maschi e 8 donne) detenuti nel carcere romano di Rebibbia. Tre di essi, di nazionalità albanese, hanno approfittato della confusione per evadere da Rebibbia, calandosi con dei lenzuoli questa mattina all’alba.

Leggi anche: Cosa fare durante un terremoto

Le due forti scosse sono state avvertita anche a Roma, Napoli, Firenze, Bologna, L’Aquila, Perugia e Terni. Segnalazioni di danni agli edifici anche in Veneto, Friuli Venezia Giulia e in Austria. A Roma i vigili del fuoco hanno controllato diversi palazzi in diverse zone della capitale, e la Farnesina, sede del Ministero degli Esteri, è stata evacuata per il crollo di alcuni calcinacci, e il personale è stato fatto uscire nel piazzale antistante.

Se in un primo momento si era parlato di una continuazione degli eventi sismici di agosto, una “coda” come si dice in gergo, i sismologi pensano ora che potrebbe invece trattarsi di una nuova fenditura, e dunque un evento nuovo, sebbene scatenato dalle centinaia di scosse nella zona nel corso degli ultimi sessanta giorni.

Leggi anche: L’incubo della faglia dormiente

Questi sono i paesi coinvolti:

Castelsantangelo sul Nera. È il paese più vicino all’epicentro della scossa. È un comune di 318 abitanti della provincia di Macerata, nelle Marche. Nel suo territorio, nella zona del parco di monti Sibillini, si trovano le sorgenti del fiume Nera. Castelsantangelo sul Nera si trova in linea d’aria a 17 chilometri e mezzo a nord ovest di Arquata del Tronto, uno dei centri più colpiti dal sisma del 24 agosto, e a 12 km da Norcia. Si trova a 780 metri di altezza.

Visso. È il comune con più abitanti tra quelli interessati più direttamente dalla scossa odierna. Ha oltre 1.200 abitanti e si trova ad un’altitudine di 600 metri. Dal 1993, Visso è la sede del Parco nazionale dei Monti Sibillini, sempre nelle Marche.

Ussita. Conta circa 400 abitanti ed ha una serie di frazioni come Fluminata, Sasso, Pieve, Vallazza e Tempori, che formano adesso un unico centro abitato che ha assunto il nome di Ussita. Si trova ad un’altitudine di 774 metri.
Preci. Comune di circa 750 abitanti che si trova in provincia di Perugia in Umbria. Si trova sempre nella zona dei Simbruini a circa 600 metri di altezza.

(La Redazione)

_
Foto: Camerino, Alessio Viscardi cc-by-nc-sa

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google