Dzurinda a Budapest: vogliamo costruire nuovi ponti

La Slovacchia e l’Ungheria vogliono costruire nuovi ponti, sia fisici che metaforici, ha detto il Ministro degli Esteri Mikulas Dzurinda dopo l’incontro ieri con il suo omologo ungherese a Budapest. Dzurinda è in visita in Ungheria per la prima volta da quando è diventato capo della diplomazia slovacca. Entrambi i funzionari hanno deciso di infondere nuova linfa nelle 12 Commissioni slovacco-ungheresi, pensate per affrontare le questioni più importanti nelle relazioni spesso difficili tra i due Paesi. «Faremo in modo che il loro lavoro sia efficace», ha detto Dzurinda, aggiungendo che le commissioni necessità di «elaborare nuove idee che servono sia i cittadini slovacchi che ungheresi».

Commentando diverse questioni ancora irrisolte nei rapporti reciproci, Dzurinda ha sottolineato l’importanza del fatto che il dialogo slovacco-ungherese è in corso in una atmosfera buona e amichevole. «Con un focus sul futuro», ha detto.

Durante la sua visita a Budapest Dzurinda ha anche incontrato altri alti funzionari, tra i quali il Presidente Pal Schmitt, il Primo Ministro Viktor Orban, e il Presidente del Parlamento Laszlo Kover.

Nell’incontro con il Presidente Schmitt, i due si sono detti concordi che Slovacchia e Ungheria hanno molto in comune, e hanno parlato della possibilità di cooperazione reciproca, confermando che si cercherà di risolvere i problemi aperti con la mutua collaborazione.

Il Presidente ungherese ha apprezzato il fatto che il nuovo Governo slovacco ha limitato gli effetti della legge sulla lingua di Stato, ed ha espresso la speranza che saranno ridotte anche le riserve slovacche verso la legislazione ungherese della doppia cittadinanza. Schmitt ha detto che vorrebbe visitare il suo omologo slovacco Gasparovic entro la fine di quest’anno.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.