RS – Il mondo adesso [Isis, Libia, Venezuela, Somalia, Calais, Aleppo, Germania]

news-mondoadesso

Rallenta l’avanzata della coalizione contro lo Stato islamico a Mosul. I peshmerga accusano l’esercito di essere poco attivo, intanto i jihadisti dello Stato islamico stanno usando i civili come scudi umani e si servono di attacchi suicidi per fermare l’avanzata della coalizione che sostiene Baghdad. Secondo la Reuters, sarebbero pronti a usare anche armi chimiche. A Baghdad ci sono state proteste, intanto, per la presenza di truppe turche nella coalizione contro i jihadisti a Mosul. L’esercito italiano, spiega il Corriere della Sera, è presente in Iraq con 1.400 uomini e ha il compito di difendere la diga di Mosul, ma anche di sostenere la coalizione con attività di ricerca e soccorso dei feriti.


Via libera definitivo della camera al disegno di legge contro il caporalato. I voti a favore sono stati 336, nessuno contrario, gli astenuti sono stati venticinque (Forza Italia e Lega). La legge prevede l’inasprimento delle pene, anche per le aziende che si servono di intermediari illegali, indennizzi per le vittime e un piano di interventi per l’accoglienza dei lavoratori agricoli. Il disegno di legge, che era già stato approvato dal senato, ora è legge.


Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha chiesto all’Italia di intervenire in Libia. Obama ha chiesto al presidente del consiglio Matteo Renzi un rinnovato impegno militare dell’Italia in Libia: “Bisogna sostenere Al Sarraj con azioni militari ed economiche”, ha detto il presidente durante la sua ultima cena di stato. Obama si è anche espresso a favore della vittoria del sì al referendum costituzionale italiano, indicando il governo italiano come partner di Washington in Europa.


Caracas rinvia le elezioni locali. Le autorità del Venezuela hanno annunciato il rinvio delle elezioni regionali previste per dicembre del 2016. Le elezioni per rinnovare i 23 governatori degli stati del paese si terranno all’inizio del 2017. Nel paese l’impopolarità del presidente Nicolás Maduro ha raggiunto livelli record e l’economia è in pieno collasso a causa del crollo dei prezzi del petrolio.


Un tribunale amministrativo ha approvato lo smantellamento del campo profughi di Calais. Malgrado le proteste delle associazioni e delle ong, un tribunale francese ha dato il via libera allo sgombero del campo profughi di Calais dove vivono diecimila persone. Il tribunale amministrativo di Lille ha respinto la causa presentata da undici associazioni che denunciavano l’irregolarità dell’operazione di sgombero.


In Somalia uccisi quattro agenti di polizia in un attentato suicida. Un uomo ha lanciato la sua auto carica di esplosivo contro un posto di polizia ad Afgoye, cittadina a pochi chilometri da Mogadiscio, uccidendo quattro agenti. Subito dopo alcuni militanti jihadisti hanno preso d’assalto l’area.


La fiction tedesca Terror – Ihr Urteil trasforma il pubblico in giudice. Il network tedesco Ard il 17 ottobre ha trasmesso l’adattamento televisivo di un dramma teatrale di Ferdinand von Schirach, Terror – Ihr Urteil (Terrore. Il vostro verdetto) in cui il pubblico è coinvolto nel ruolo di giudice, grazie al televoto. La trama: un gruppo di terroristi dirotta un aereo di linea con 164 passeggeri a bordo per farlo schiantare su uno stadio pieno. Un pilota militare è costretto ad abbatterlo, uccidendo tutte le persone a bordo. I telespettatori di Germania, Svizzera e Austria hanno votato, assolvendo il pilota. Lo show è stato trasmesso anche in Slovenia e Repubblica Ceca, ottenendo ascolti altissimi.


Creati degli ovociti di topo partendo da cellule della pelle. Per la prima volta sono state ottenute in laboratorio cellule uovo a partire da cellule della pelle. Ricercatori giapponesi hanno prelevato alcune cellule dalla coda dei topi e hanno ottenuto, con un procedimento complesso, molti ovociti. Quelli normali, dopo la fecondazione in vitro, sono stati impiantati nelle madri, dando vita ad animali apparentemente sani e capaci di riprodursi. Al momento i ricercatori escludono che sia possibile ottenere ovociti umani, a causa degli ostacoli tecnici.


Sospesi temporaneamente i bombardamenti su Aleppo. La Russia e la Siriahanno sospeso i raid aerei sulle parti della città controllate dall’opposizione il 18 ottobre. Mosca aveva già annunciato una tregua umanitaria di otto ore per il 20 ottobre, ma le Nazioni Unite hanno fatto sapere di aver bisogno di almeno dodici ore per mettere in salvo i civili intrappolati. Negli ultimi bombardamenti sono morte almeno 430 persone.


Riunione a Parigi il 20 ottobre sul futuro di Mosul. La Francia e l’Iraq hanno invitato una ventina di paesi, tra cui la Turchia e i paesi del Golfo, a “preparare il futuro politico di Mosul” dopo l’offensiva lanciata il 17 ottobre. L’esercito iracheno, i peshmerga curdi e le milizie sciite, sostenute da una coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti, avrebbero già inflitto dure perdite ai jihadisti, che controllano Mosul dal giugno del 2014. Secondo l’Unicef più di mezzo milione di bambini è minacciato dai combattimenti in corso. Si stima che in totale i civili in pericolo siano un milione e mezzo.


I titoli dei quotidiani di oggi 19 ottobre 2016

  • Corriere della Sera: “Riforma, Obama con Renzi”
  • la Repubblica: “Manovra, la Ue prepara il richiamo”
  • La Stampa: “Obama a Renzi: più impegno in Libia”
  • Il Messaggero: “Referendum, Obama vota Sì”
  • Il Sole 24 Ore: “L’inflazione rilancia le Borse”
  • Il Fatto Quotidiano: “Più licenziati, più poveri e più evasori. C’è da ridere?”
  • Libero: “Tu vuò fà l’americano”
  • Il Giornale: “La guerra dei contanti”
  • Il Foglio: “L’irresistibile purezza del No”
  • l’Unità: “Obama con Renzi: ‘Il Sì aiuta l’Italia’”
  • Il manifesto: “No, we can”

 


Dal sito Internazionale.it

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google