La casa natale di Adolf Hitler sarà abbattuta

hitler-braunau_wikipedia

La casa austriaca dove nacque Adolf Hitler verrà abbattuta per essere sostituita con un nuovo edificio. Lo ha annunciato il governo austriaco. Il progetto del governo mira a cancellare ogni legame con il dittatore, considerato che la zona è stata occasionalmente luogo di pellegrinaggio dei neonazisti. Il ministro degli Interno austriaco Wolfgang Sobotka ha parlato di «accurata ristrutturazione architettonica che cambi l’effetto simbolico dell’edificio» in questione, che si trova nella cittadina di Braunau am Inn, in Alta Austria. Il proprietario dell’edificio si era sempre rifiutato di vendere. Non è chiaro adesso se abbia cambiato idea o se il governo l’abbia confiscato.

Al momento della nascita del Fuhrer, nel 1889, l’edificio era una modesta locanda, dove i genitori affittavano camere nel villaggio presso il vicino confine austro-tedesco. Quando Hitler aveva tre anni suo padre, impiegato doganale, fu trasferito a Passau. L’edificio fu affittato nel 1952 dalla Repubblica Austriaca e divenne parte del patrimonio del centro storico della città. Fino al 1965 fu sede della biblioteca pubblica e poi di una banca. Dal 1970 al 1976 vi furono ospitate diverse classi della locale Scuola superiore tecnica, fino a quando non venne ristrutturata la scuola. In seguito nella casa per molti anni ebbe sede una sezione dell’organizzazione caritativa “Lebenshilfe”, e funzionò come un centro diurno per persone con difficoltà di apprendimento. Dal 2011 l’edificio è rimasto vuoto, e nel 2016 il governo austriaco ha deciso di espropriare il proprietario e demolire l’edificio.

Dopo lunghe discussioni nel 1983 il sindaco decise di mettere un lapide sull’edificio per ricordare che si trattava della casa natale di Hitler, ma alla fine la targa non fu mai installata perché la proprietaria (che non aveva alcuna parentela con Hitler) ha contestato la cosa in tribunale, ritenendo che questa fosse un’intrusione nei suoi diritti di proprietà e temendo ritorsioni da gruppi anti o neonazisti.

Nel 1989 un altro sindaco ha preso l’iniziativa, poco prima del centenario della nascita di Hitler, di mettere sul suolo pubblico davanti alla casa una pietra grezza proveniente da una cava sui terreni dell’ex campo di concentramento di Mauthausen con questa iscrizione: “Per la pace, la libertà e la democrazia. Mai più il fascismo. Milioni di morti ce lo ricordano”.

(Fonte La Stampa, Wikipedia)

_
Foto Thomas Ledl/Wikipedia

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google