Jan Budaj propone di nuovo l’abrogazione delle amnistie di Vladimir Meciar

janbudaj_wikipedia

Con la morte dell’ex presidente della Repubblica Slovacca Michal Kováč sono tornate all’attenzione generale le note amnistie concesse dal suo successore ad interim Vladimir Mečiar nel 1998 per i reati connessi con il rapimento del figlio del presidente tre anni prima, nel 1995. Il deputato di Jan Budaj (OLaNO-NOVA) ha informato ieri in una conferenza stampa in Parlamento, ha scritto Tasr, di stare preparando una nuova proposta parlamentare per abolire le amnistie. Budaj, uno dei leader della Rivoluzione di Velluto del 1989 e tra i fondatori del primo partito nato con la democrazia, Pubblico contro la Violenza (VPN), invita i parlamentari, in particolar modo quelli all’opposizione, di scrivere la proposta insieme a lui, rimuovendo finalmente una «macchia nera» dalla breve storia della Slovacchia indipendente..

Già altre cinque volte i membri del Parlamento hanno avuto a che fare con le amnistie di Mečiar ma non sono mai riusciti ad abrogarle. Secondo molti indizi, e alcune certezze, fu il servizio di intelligence slovacco (SIS), guidato da Ivan Lexa, ad eseguire il rapimento, portando Michal Kováč junior oltreconfine, in Austria. Mandante presunto del crimine sarebbe stato il primo ministro Vladimir Mečiar, promotore della divisione della Cecoslovacchia e leader del partito HZDZ dal quale anche Kováč padre proveniva, nel corso di un grave conflitto istituzionale tra lui e il presidente della repubblica. Le amnistie coprono anche i responsabili dell’assassinio di Robert Remiaš, che si presume fosse tra i rei del rapimento.

meciar-1996_cpj-org
Vladimir Mečiar nel 1996

Il Movimento Cristiano-Democratico (KDH) ha chiesto l’abolizione delle amnistie di Mečiar per anni, ma non ha mai trovato il sostegno necessario per avere la maggioranza qualificata dei due terzi (quindi 90 voti su 150) per riuscire nell’impresa, trovando l’opposizione del partito socialdemocratico Smer-SD. Il premier e leader di Smer Robert Fico ha dichiarato che le amnistie sono amorali, ma non possono essere legalmente abrogate.

Budaj crede tuttavia che ci potrebbe essere in Parlamento un numero abbastanza numeroso di deputati per dare il via a una indagine completa e decisiva del rapimento di Michal Kováč Jr. e l’omicidio di Robert Remiaš, che nell’aprile 1996 saltò in aria nell’esplosione della sua automobile a Bratislava, e nel cui assassinio si crede che fosse coinvolto anche il capo della malavita nella capitale Miroslav Sýkora.

(La Redazione)

_
Foto: Vladimir Meciar nel 1996 (cpj.org)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google