Carcere di Leopoldov, ritorna in gabbia il fuggitivo Lubomir Behan

giustizia_(v1ctor_7606416730@flickr_CC)

È stato riportato in cella grazie a una stretta collaborazione tra la polizia nazionale e la direzione regionale di Trnava il carcerato Lubomir Behan che era fuggito dal penitenziario di Leopoldov nel mese di giugno. A prenderlo ieri un gruppo di poliziotti e di membri della guardia carceraria. Dopo quattro mesi finisce così la caccia all’uomo che si era concentrata negli ultimi tempi sulla zona di residenza del padre del detenuto. In particolare il 24enne, condannato per rapina a mano armata  a otto anni e otto mesi, di cui più di sette ancora da fare, è stato arrestato nella soffitta della casa di famiglia nella notte tra il 7 e l’8 ottobre.

Dopo la sua fuga del 2 giugno tre guardie carcerarie erano state licenziate e le misure di sicurezza nella prigione aumentate. Behan era detenuto nella parte del carcere a media sicurezza, e al momento dell’evasione stava lavorava alle riparazioni al tetto di una struttura al di fuori del perimetro custodito della prigione. Ora l’uomo andrò incontro ad un procedimento per evasione e la sua posizione giudiziaria potrebbe aggravarsi di una nuova condanna tra uno e cinque anni.

La fortezza di Leopoldov fu costruita a partire dal 1665. Per la sua erezione fu necessario il lavoro di circa tremila artigiani e lavoratori. Dopo la perdita della sua importanza militare, la struttura fu riadattata nel 1856 per fungere da prigione e serve ancora a tale scopo.

(Red)

_
Foto Victor CC-BY

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google