RS – Il mondo adesso [Aleppo, ISIS, New Jersey, Shimon Peres, Kashmir, Francia, Cina]

news-mondoadesso

La Russia propone una tregua umanitaria di 48 ore ad Aleppo. Sergei Ryabkov, il viceministro degli esteri russo, ha rifiutato la proposta statunitense di un cessate il fuoco di sette giorni ad Aleppo, ma ha proposto una tregua umanitaria di 48 ore. Il viceministro ha inoltre definito “emotiva” la dichiarazione del segretario di stato John Kerry che ieri ha minacciato di interrompere le relazioni diplomatiche con Mosca e Damasco se non cesseranno i bombardamenti su Aleppo.


La Francia lancia i primi attacchi aerei contro il gruppo Stato islamico in Iraq. Alcuni jet da combattimento Rafale sono partiti dalla portaerei francese Charles de Gaulle per compiere degli attacchi sulle posizioni del gruppo Stato islamico a Mosul, in Iraq. La portaerei è stata inviata nel golfo Persico in settembre.


Incidente ferroviario nel New Jersey: almeno un morto e decine di feriti.Un treno si è schiantato nella stazione di Hoboken, negli Stati Uniti. Il treno numero 1614 della Pascack Valley Line ha investito ad alta velocità il terminal ferroviario alle 8.30 del mattino, in piena ora di punta. La collisione ha provocato il crollo del tetto della stazione e gravi danni alla struttura. Considerata la dinamica dell’incidente il bilancio di un morto e un centinaio di feriti è quasi miracoloso.


Un centinaio di leader mondiali ai funerali di Shimon Peres, in Israele.Barack Obama, Bill Clinton, François Hollande, il principe Carlo d’Inghilterra, Filippo di Spagna e altri leader mondiali parteciperanno, venerdì 30 settembre, ai funerali dell’ex presidente israeliano Shimon Peres, morto il 28 settembre a 93 anni. Saranno presenti anche il ministro degli esteri egiziano Sameh Choukri e il presidente palestinese Mahmoud Abbas. Peres sarà sotterrato nel cimitero che si trova sul monte Herzl a ovest di Gerusalemme.


Raid indiani nel Kashmir. L’esercito di New Delhi ha fatto sapere di aver condotto degli attacchi contro gruppi militanti pachistani, che secondo le autorità indiane si preparavano a infiltrarsi nel Kashmir controllato dall’India. Il Pakistan ha denunciato la morte di due suoi soldati negli scontri a fuoco. L’attacco sarebbe una ritorsione da parte di New Delhi dopo che diciotto soldati indiani sono morti nella base militare di Uri, vicino alla linea di controllo. Il Kashmir indiano sta attraversando uno dei peggiori periodi di violenza dagli anni novanta.


Il tifone Megi colpisce la Cina causando frane e dispersi. Sono almeno 33 i dispersi nella provincia orientale di Zhejiang, dopo che le forti piogge del 28 settembre hanno causato due frane. Molti tra loro sono del villaggio di Sucun nella contea di Suichang, dove l’acqua ha spazzato via molte abitazioni. Media locali hanno segnalato sei dispersi anche nel villaggio di Baofeng nella contea di Wencheng, dove c’è stata un’altra frana.


In Francia il premier Manuel Valls annuncia che lo stato non finanzierà più le regioni. L’ha dichiarato in un discorso tenuto al Congrès des régions, a Reims. Il sistema attuale, la Dotation globale de fonctionnement, sarà incluso nella finanziaria del 2016 e si applicherà nel 2017. A partire dal 2018 alle amministrazioni locali sarà destinata una quota fissa ricavata dalla tva (cioè dall’iva).


I titoli dei quotidiani di oggi

  • Corriere della Sera: “Roma, nuovo caso giudiziario”
  • La Repubblica: “Soldi, comizi e web duello sul referendum. Sinistra Pd contro Renzi”
  • La Stampa: “Manovra, trattativa difficile con l’Ue”
  • Il Messaggero: “Raggi, si aggrava il caso Muraro”
  • Il Sole 24 Ore: “Rally dei petroliferi, Borse in rialzo”
  • Il Fatto Quotidiano: “La manovra abracadabra con una mancia per il Sì”
  • Libero: “Ai profughi 35 euro. Ai terremotati solo 25”
  • Il Giornale: “Preavviso di garanzia al Pd di Renzi”
  • L’Unità: “Renzi: al passato grazie, al futuro Sì”
  • Il Foglio: “Un giorno a spasso con Renzi per capire cosa vuol dire che la sinistra può vincere le elezioni solo guardando a destra”
  • Il manifesto: “La Carta del popolo”
  • La Verità: “In pensione dopo cinque anni ma vale solo per gli immigrati”

 

 


Dal sito Internazionale.it

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.