Fico: insieme ai cechi le celebrazioni dei 100 anni della Cecoslovacchia

cecoslovacchia-praga-19181028

Il 2018 segnerà il centenario della creazione della Cecoslovacchia. I due governi, slovacco e ceco, in riunione comune a Bratislava hanno deciso ieri che il coordinamento delle celebrazioni, che saranno svolte in maniera congiunta, sarà affidata al direttore dell’Istituto Slovacco di cultura a Praga, Vladimir Valovic. Peraltro, nel 2018 cadranno anche i 50 anni dalla Primavera di Praga e la conseguente invasione sovietica della Cecoslovacchia. Il primo ministro Fico ha sottolineato che questi eventi avranno anche lo scopo di rimarcare come i due paesi hanno in questi anni di separazione incrementato il loro valore agli occhi del mondo, soprattutto nell’ambito della difficile situazione in cui si trova oggi l’Unione europea.

Nella stessa giornata diverse istituzioni museali di Repubblica Ceca e Slovacchia hanno siglato una intesa per lo svolgimento di diverse mostre commmemorative del centenario. Alle celebrazioni principali nel 2018, ha detto Fico, saranno invitati anche rappresentanti di Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna, le tre nazioni che sostennero la creazione di una Cecoslovacchia indipendente dopo la fine della prima guerra mondiale.

Benes-Masaryk-Stefanik_Cecoslovacchia_(da-czechsinexile.org)
Benes, Masaryk, Stefanik, i tre padri della Cecoslovacchia

A quanto pare Fico ha dimenticato di menzionare l’Italia, che pure ha sostenuto fortemente l’indipendenza delle nazioni sotto la corona austro-ungarica (vedi QUI e QUI) e ha consentito al generale Stefanik di ridare dignità ai prigionieri di guerra e disertori cechi e slovacchi costituendo una Legione cecoslovacca che combattè sul fronte del Piave accanto ai soldati italiani. La consegna della bandiera di combattimento della Legione, che il primo ministro italiano Vittorio Orlando pone nelle mani di Milan Rastislav Stefanik il 24 maggio 1918 sugli scalini dell’Altare della Patria a Roma fu tra i primi atti di riconoscimento da parte di uno Stato di una nuova entità politica in divenire, la Repubblica Cecoslovacca di Masaryk, Benes e Stefanik. Il fatto seguiva la Convenzione stipulata dallo Stato italiano con il comitato cecoslovacco (di cui Stefanik era vicepresidente) la cui firma avvenne sempre a Roma il 21 aprile dello stesso anno per definire la posizione giuridica delle unità cecoslovacche in Italia.

(P.S.)

_
Foto: Piazza Venceslao a Praga
il 28.10.1918 (wiki/CC0)

Articoli più letti

1 Commento

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.