Ritrovato nel Danubio a Vienna il corpo di una studentessa italiana 22enne

acqua-fiume-lago_mobilix-nc-nd

Si era tuffata nel Danubio a Vienna per fare una nuotata con un amico ma a differenza di quest’ultimo non è mai più ritornata a riva annegando nelle acque del fiume. Così è morta la studentessa italiana Sandra Künig, una ragazza di 26 anni originaria della Val Aurina, in Trentino Alto Adige, che in Austria dove studiava geografia. La tragedia è accaduta martedì scorso ma il suo corpo è stato recuperato solo lunedì. Come raccontano i giornali austriaci, a lanciare l’allarme la scorsa settimana erano stati alcun passanti che avevano assistito alla scena della ragazza in difficoltà, allertando i soccorsi.

Nonostante l’intervento dei soccorritori e le successive ricerche da parte dei sommozzatori dei vigili del fuoco, anche con l’ausilio di elicotteri, non è stato possibile trovare  la ragazza e così è stato anche nei giorni successivi. Il corpo di Sandra Künig era infatti stato trascinato dalla corrente del fiume molto più a valle. Dopo lunghe ricerche la sua salma è stata localizzata nei pressi della centrale idroelettrica Freudenau. Dopo il recupero il corpo è stato trasportato nel reparto di medicina legale per l’autopsia che stabilirà l’esatta causa di morte. Sul caso le autorità locali hanno aperto un’inchiesta ma al momento non sembrano emergere responsabilità di terzi.

(Fonte Fanpage.it)

_
Foto mobilix cc-by-nc-nd

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.