Il PIL della Slovacchia aumenterà del 3,6% nel 2016

soldi

L’economia della Slovacchia crescerà del 3,6% nel 2016, ha detto oggi in una conferenza stampa il primo ministro Robert Fico  (Smer-SD). Il premier, parlando delle previsioni macroeconomiche, ha detto che la Slovacchia sta andando piuttosto bene ed è tra i paesi con le economie in maggior crescita nell’UE. Lo sviluppo positivo della crescita economica è dovuta in buova parte ai consumi delle famiglie, e in generale alla domanda interna ed estera.

Fico ha rivendicato i risultati economici di quest’anno che, ha detto, sono assolutamente in linea con le previsioni e le promesse del precedente governo monocolore Smer-SD (2012-16) all’inizio del 2016. Dalle stime disponibili si presume, ha poi aggiunto, che anche il 2017 vedrà un simile aumento del PIL nazionale, che se per allora le prognosi prevedono un rallentamento, che per la Slovacchia dovrebbe essere intorno allo 0,2% a causa delle ricadute dell’uscita britannica dall’Unione europea (la cosiddetta Brexit).

Fico ha ricordato le promesse del governo di 100 mila nuovi posti di lavoro in quattro anni, e ha detto che solo quest’anno ne sono già stati creati 48 mila, in tutti i settori dell’economia. Tuttavia, il premier ha accennato alla difficoltà dei datori di lavoro di trovare manodopera specializzata, nonostante l’elevata disoccupazione, e su questo ha annunciato nuove misure che il ministero del Lavoro sta preparando per suddividere in maniera efficace i disoccupati che cercano davvero un lavoro da quelli che invece non hanno nessuna intenzione di lavorare. Il premier ha anche detto che nel 2016 si potrà registrare probabilmente il tasso di disoccupazione più basso dal 2008.

Secondo l’ultima prognosi del ministero delle Finanze, redatta dall’Istituto di politica finanziaria, a spingere la crescita è anche la produzione automobilistica, che ha raggiunto nuovi record che sono destinati presto ad essere battuti. Proprio l’auto darà la spinta alle esportazioni, che dovrebbero registrare un aumento di oltre il 5%. La crescita non sarà un fenomeno temporaneo, e anzi nei prossimi anni si andrà consolidando con una accelerazione al 3,9% prevista per il 2018, e al 4,4% nel 2019, quando anche la quarta casa automobilistica, Jaguar Land Rover, avrà iniziato a produrre.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.