Rubate 20 falci e martelli da monumento ai caduti sovietici a Kosice

kosice-urss_habeebee-nc-nd

L’ambasciata russa in Slovacchia ha informato nei giorni scorsi dell’asportazione da parte di sconosciuti di oltre venti falci e martelli e di quattro stelle da un monumento ai caduti sovietici che ospita un simbolico cimitero militare sulla Piazza dei Liberatori a Kosice. Secondo la polizia il fatto ha avuto luogo tra la metà di maggio e il 23 agosto. L’Ambasciata della Federazione Russa con una nota ha condannato categoricamente tale atto e chiesto «che siano indagati e puniti i colpevoli». La sede diplomatica russa ha inviato anche una richiesta ufficiale al ministero degli Affari esteri slovacco, cui il governo ha risposto esprimendo profondo rammarico per l’accaduto, promettendo un rigoroso intervento contro i colpevoli. Anche il comune di Kosice, ha fatto sapere l’ambasciata, ha riferito la sua profonda preoccupazione e annunciato che avrebbe riparato il danno al memoriale e adottato misure adeguate per prevenire la ripetizione di tali incidenti. La polizia slovacca avrebbe iniziato a studiare il caso alla fine di agosto considerandolo come furto. Il monumento, dedicato ai soldati sovietici dell’Armata Rossa caduti nella seconda guerra mondiale, si trova in una piazza nei pressi di un centro commerciale ed è elencato come monumento culturale nazionale.

(Red)

_
Foto habeebee cc-by-nc-nd

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.