Si moltiplicano i casi di epatite A nell’area di Zemplin, nell’est della Slovacchia

salute-sanita-virus_niaid-cc-by

Da due mesi l’area di Zemplin (nella regione di Kosice, in Slovacchia orientale) è stata colpita da una moderata epidemia del virus dell’epatite A, anche noto come ittero o itterizia. L’Ospedale di Michalovce ha ammesso, secondo quanto scrive il quotidiano locale Korzar di aver ricevuto 17 nuovi pazienti affetti dalla malattia infettiva solo negli ultimi tre giorni. Il reparto malattie infettive ospita al momento, secondo l’ospedale, 43 persone provenienti dalle zone di Michalovce, Sobrance e più di recente da Trebisov, ma ci sono altri pazienti che dovranno essere inviati in altri nosocomi, a Kosice e Presov.

Per l’epatite A il tempo medio da trascorrere in ospedale è di circa otto-dieci giorni, informa la struttura sanitaria. Dall’inizio del 2016 l’Ufficio regionale di sanità pubblica a Michalovce ha registrato nel distretto di Sobrance ben 104 casi di epatite A. Per limitare la trasmissione della malattia, dicono le autorità, è necessario lavarsi spesso le mani. La scorsa settimana pareva che nel distretto di Trebisov l’emergenza stesse rientrando, ma a quanto pare l’infezione è ancora vigorosa.

Date le condizioni attuali del contagio, l’Ufficio di sanità pubblica ha vietato da oggi l’organizzazione di eventi di massa in una scuola elementare di Trebisov.

Nel 2016 sono stati registrati finora  almeno 750 casi in tutta la Slovacchia di cui oltre seicento nelle aree di cui sopra della regione di Kosice, con epidemie che hanno contagiato intere famiglie. Il problema dell’epatite A è u fenomeno crescente negli anni recenti. Nel 2013 furono diagnosticati secondo Tasr più di 200 casi, l’anno successivo 735 e nel 2015 furono 883.

(Red)

_
Foto NIAID cc-by

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.