L’esecutivo approva piano per distretto di Roznava, dove saranno creati 1300 posti di lavoro

governo slovacco

Il consiglio dei Ministri si è riunito questo mercoledì a Roznava (regione di Kosice), nel corso nella sua nona seduta fuori sede consecutiva dopo il rientro dalle ferie. La riunione aveva lo scopo, come le altre, di adottare un piano d’azione per la riduzione della disoccupazione nel ditretto, mediante la creazione di 1.345 nuovi posti di lavoro entro il 2020, scadenza della presente legislatura, soprattutto nell’industria, nell’agricoltura, nella viticoltura e nell’artigianato. Saranno investiti in totale 109 milioni di euro, 65 dei quali da risorse pubbliche, 44 da altre fonti e un contributo locale per il sostegno dei distretti meno sviluppati del valore di 4,57 milioni di euro.

Con mercoledì il governo ha concluso il programma di visite e di piani di sviluppo dei 12 distretti slovacchi con la più alta disoccupazione, facendo seguito a una legge approvata nel 2015 con il precedete governo socialdemocratico (Smer-SD) monocolore.

V Rožňave sme dnes zavŕšili sériu výjazdov do okresov s najvyššou mierou nezamestnanosti. Prijali sme 12 akčných plánov,…

Posted by Robert Fico on 14. september 2016

Tra i progetti che riceveranno il sostegno vi sono la costruzione di un centro di supporto ai progetti, un centro di formazione regionale, un centro di formazione in località Dobsina e investimenti in scuole materne ed elementari a Dobsina, Krasnohorske Podhradie e Brzotín. Altri fondi andranno a diversi progetti più piccoli nei settori dell’agricoltura, silvicoltura, apicoltura, viticoltura e produzione artigianale, come ha ricordato lo stesso primo ministro Robert Fico. Circa 1,3 milioni di euro saranno poi convogliati a sostenere imprese sociali, come l’azienda municipale di Roznava, un centro servizi pubblici nel villaggio di Stitnik e altri. Tra i progetti da realizzare alcuni riguardano il turismo con la ricostruzione di una funivia, un campeggio e una strada nei pressi della grotta di aragonite Ochtinska nei pressi di Roznava, un sito che è quasi unico nel mondo. Nella zona c’è anche il castello di Krasna Horka, che è stato in buona parte distrutto da un incendrio nel 2012. Sul castello, che, ha riconosciuto il premier, «è uno dei pilastri del turismo in quest’area», sarà fatto uno studio specifico per il suo completo ripristino.

Nella scorsa legislatura (2012-2016), scrive Tasr, sono stati stanziati quasi 1,2 miliardi di euro per le aree meno sviluppate della Slovacchia. Per 752 milioni di è trattato di risorse pubbliche, oltre a 49 milioni di contributi locali.

(Red)

_
Foto vlada.gov.sk

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.