Commissione UE: alla Slovacchia i primi 100 milioni di fondi UE del periodo 2014-2020

soldi_(publicdomainpic 163475@pix) invest

La Slovacchia riceverà a breve il primo pacchetto di fondi europei dal nuovo periodo di programmazione 2014-2020. Si tratta di oltre 100 milioni di euro che andranno a finanziare progetti slovacchi in particolare nel settore delle infrastrutture e autostrade. Lo ha detto ieri il commissario europeo per le Politiche regionali Corina Cretu in una visita a Banska Bystrica nel centro della Slovacchia, dove il locale Ospedale pediatrico universitario è stato rinnovato grazie a fondi strutturali dell’UE.

Il vice primo ministro per gli Investimenti e l’Informatizzazione, Peter Pellegrini, ha confermato che le risorse in arrivo rappresenteranno i primi fondi effettivi che arrivano alla Slovacchia per il nuovo periodo di bilancio settennale dell’UE. Pellegrini aveva anche detto poche ore prima, accogliendo il commissario Ue a una conferenza internazionale a Bratislava sulla politica di coesione comunitaria, che il sostegno per le regioni meno sviluppate dell’Unione tramite fondi europei dovrebbe essere mantenuto anche nel periodo successivo al 2020. Il vice premier si riferiva ad alcune voci all’interno dell’UE che pensano di utlizzare i fondi per la coesione per risolvere alcune delle questioni più scottanti oggi nell’Unione, come i rischi legati alle migrazioni o alla Brexit. Secondo lui è anche necessario semplificare e snellire il processo di elaborazione delle risorse UE.

La Cretu ha ammesso che la politica di coesione rimarrà fondamentale per il futuro dell’UE, soprattutto in paesi come la Slovacchia dove i fondi svolgono un ruolo importante nella modernizzazione dell’economia.

(Red)

_
Foto pixabay CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.