Oggi il Bratislava Summit, vertice informale dei leader UE; 300 delegati e 1.300 giornalisti

bratisummit-2

È in corso da questa mattina alle 10 il “Bratislava Summit”, ovvero il vertice informale a Bratislava dei 27 leader degli Stati membri dell’Unione europea (per la prima volta senza il Regno Unito). Delle 26 delegazioni straniere sono 17 quelle che sono atterrate direttamente all’aeroporto di Bratislava, mentre altre sei hanno preferito usare lo scalo di Vienna e tre sono arrivate in automobile.

Già ieri erano nella capitale slovacca il presidente del Consiglio dell’Unione europea Donald Tusk e il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, metre quasi tutti i primi ministri e capi di Stato sono arrivati questa mattina. In totale al summit sono presenti circa 300 delegati governativi, insieme a oltre 1.300 giornalisti accreditati da più di 60 paesi.

Secondo una nota del ministero degli Esteri si tratta della prima volta dalla firma del Trattato di Lisbona, nel 2007, che i primi ministri e presidenti si recano a una riunione informale al di fuori di Bruxelles.

bratisummit-6

Il Castello di Bratislava è la sede principale dei colloqui, dove i leader hanno avuto un primo incontro di oltre due ore, poi si sono spostati sulla banchina del Danubio e si sono imbarcati per una mini-crociera per un pranzo comune di lavoro. Ad ospitarli la nave da crociera tedesca Regina Danubia, un’imbarcazione di lusso di 70 metri di lunghezza e 11 metri di larghezza.affittata per l’occasione. Infine il gruppo di funzionari tornerà al castello alle 16 per un secondo round di discussione. La giornata si chiuderà, alle 18.30, con la conferenza stampa finale di Donald Tusk, Jean-Claude Juncker e Robert Fico. Per poter contenere l’alto numero di giornalisti l’evento si svolgerà presso il centro fiere Incheba, dove è stato allestito un centro stampa temporaneo.

bratisummit-nave_skpres
La nave dei leader sul Danubio scortata da forze di sicurezza

In occasione del summit è stato messo in campo un apparato di sicurezza imponente, con il più alto numero di forze di sicurezza mai dislocate sul campo in Slovacchia. Lo ha detto ieri il ministro degli Interni Robert Kalinak, spiegando che per la salvaguardia delle delegazioni straniere sono stati ingaggiati migliaia di agenti di polizia, militari e vigili del fuoco. Kalinak ha rifiutato di fornire numeri precisi e dati specifici, adducendo motivi di sicurezza.

PS: al momento di chiudere il giornale di oggi (sono le 16:39) il vertice è ancora in corso al castello (a porte chiuse), quindi si rimanda ogni notizia ad esso relativa all’edizione di lunedì.

(Red)

_
Foto skpres

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.