Il governo slovacco approva l’accordo sul clima di Parigi, che ora passa al Parlamento

cop21_climate-parigi2015

Il consiglio dei ministri ha approvato mercoledì la ratifica dell’accordo sul clima di Parigi (COP21), una intesa vincolante di 195 paesi adottatta nel dicembre 2015, che forza le nazioni a ridurre le emissioni di gas ad effetto serra per mantenere l’aumento della temperatura del pianeta sotto i 2 gradi centigradi rispetto ai livelli pre-industriali per il 2050. Il documento dovrebbe essere approvato definitivamente dal Parlamento slovacco durante la sessione in corso e il processo di ratifica sarà completato con la firma del capo dello Stato Andrej Kiska.

È una priorità della Presidenza slovacca del Consiglio UE «di garantire che l’accordo di Parigi sarà ratificato entro la fine dell’anno da tutti gli stati chiave e dalla stessa Unione», ha detto il ministro dell’Ambiente Laszlo Solymos dopo la riunione.

Il documento potrà entrare pienamente in vigore solo quando ratificato da almeno 55 paesi del mondo che producono non meno del 55% delle emissioni di gas serra. Sono ad oggi 27 i paesi – che producono il 39% delle emissioni – che hanno ratificato l’accordo, tra cui recentemente gli Stati Uniti e la Cina, e, nell’Unione Europea, Ungheria, Francia e Austria.

(Red)

_
Foto COP21

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.