Radicova: NKU valuterà se i contratti per la Hayek Consulting erano trasparenti

I partner di Coalizione concordano sul fatto che ci sono alcuni dubbi per quanto riguarda le commesse dello Stato assegnate alla società privata di consulenza Hayek, di cui sono stati co-proprietari i Segretari di Stato Martin Chren (SaS) all’Economia e Ivan Svejna (Most-Hid) ai Trasporti, ma non sono d’accordo su quali azioni prendere, hanno detto il Premier Iveta Radicova (SDKU-DS) e il presidente di SaS Richard Sulik in una conferenza stampa congiunta Venerdì.
I due hanno pertanto convenuto che, attraverso il Parlamento, chiederanno all’Ufficio Supremo di Controllo (NKU, la Corte dei Conti) di effettuare un controllo sull’efficacia del denaro speso dalle istituzioni dello Stato nei contratti con Hayek Consulting.
«Se NKU trova i contratti non trasparenti […], i due Segretari di Stato si dimetteranno», ha detto la Radicova.

In ogni caso, NKU dovrebbe fare un controllo ‘tecnico’ del tender e non fare invece una valutazione dal punto di vista del conflitto di interessi, cosa che ha più una valenza politica. Ma secondo i leader dei due partiti interessati (SaS e Most-Hid) non c’è stato nulla di illegale, perché il Sottosegretario Martin Chren avrebbe fermato l’appalto non appena ne ha avuto notizia, e non ci sarebbe stato alcun passaggio di denaro.

In questo modo si cercherà di salvare ‘capra e cavoli’, ovvero la Radicova non perderà la faccia se lascia i due sulle loro sedie, e allo stesso tempo viene scongiurata una crisi di Governo con la possibilità (remota) che Libertà e Solidarietà (SaS) lasci la Coalizione.

Il presidente del maggior partito di opposizione Smer-SD, Robert Fico, ha deplorato la decisione della Radicova di non insistere nella rimozione dei Sottosegretari Chren e Svejna. In tal modo, secondo Fico, la Radicova dimostra di essere fortemente dipendente dalle relazioni con i leader dei partiti politici che compongono la Coalizione di Governo.

Da registrare anche le dichiarazioni del deputato Jozef Kollar (SaS), presidente della Commissione finanze, che ritiene certo che il ‚caso Hayek‘ sia stato preparato ad arte per indebolire la Coalizione. «Non so se dall’esterno, o dall’interno. Il tempo lo dirà», ha affermato Kollar alla Radio slovacca.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.