Fico in UE: Bratislava pronta al vertice del 16 settembre. Servono risposte a domande della gente

Fico-tusk_(EU-consilium.europa.eu)

La Slovacchia è tecnicamente pronta per il vertice UE di Bratislava che si terrà il 16 settembre. Lo ha detto il primo ministro slovacco Robert Fico al presidente del Consiglio europeo Donald Tusk a Bruxelles venerdì 2 settembre. Questo summit, che sarà l’evento culminante della Presidenza slovacca del Consiglio dell’Unione europea, avrà poi la sua continuazione durante il semestre di presidenza di Malta, al vertice di La Valletta, e il processo che inizierà a Bratislava dovrebbe culminare nel 2017 per le celebrazioni del 60° anniversario dei Trattati di Roma che hanno istituto l’Unione (allora chiamata CEE, Comunità Economica Europea).

Per la prima volta dopo la decisione degli elettori del Regno Unito di uscire dall’UE, ha detto Fico ai giornalisti dopo l’incontro, discuteremo di come vogliamo che diventi l’Unione europea e di come verranno impostate le sue priorità. «Vogliamo discutere di tutto questo in un processo che abbiamo chiamato ‘il processo di Bratislava’, perché prenderà avvio con il vertice del 16 settembre» nella capitale slovacca, ha detto.

Il premier slovacco ha ammesso che sarebbe troppo ambizioso aspettarsi nell’incontro di Bratislava risposte a tutte le domande che si presentano. Ma il vertice informale dei ventisette Stati membri UE (senza Londra) sarà l’inizio di un processo che avrà un seguito a Malta. Se vogliamo trovare una soluzione dovremo iniziare a Bratislava a mettere sul tavolo le nostre proposte sulle priorità da seguire per salvare l’UE, ha spiegato il primo ministro Fico, dicendo che secondo lui i trattati fondamentali dell’Unione, al contrario di quando dicono alcuni paesi, dovrebbero essere lasciati fuori dalla discussione, ed eventuali modifiche a legislazione e trattati potranno venire soltanto dopo. Fico è convinto che alcune cose vadano cambiate, e che il vertice di Bratislava debba essere una risposta chiara ai cittadini dell’Unione europea sul fatto che l’UE può proseguire con nuovi obiettivi ambizioni malgrado la decisione degli elettori britannici.

Il capo del Consiglio UE Donald Tusk ha detto che l’evento di Bratislava arriva in «un momento critico per l’Europa», con la crisi migratoria, le conseguenze politiche della Brexit, e le preoccupazioni della gente in Slovacchia, Polonia, Belgio e ovunque in tutta Europa, che si aspettano che dopo il vertice di Bratislava l’UE garantisca stabilità, sicurezza e protezione, nel senso più ampio del termine, inclusa la protezione sociale ed economica». Egli ha aggiunto che prima del vertice parlerà con ognuno dei leader dell’UE.

(Red)

_
Foto consilium.europa.eu

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.