RS – Il mondo adesso [Londra, Austria, Siria, Svezia, Etiopia, Italia, Gabon]

news-mondoadesso

Un predicatore islamico radicale è stato condannato a cinque anni e mezzo di carcere a Londra. Anjem Choudary, 49 anni, avvocato di origine pachistana, aveva giurato fedeltà al gruppo Stato islamico e con una serie di video su YouTube aveva fatto proselitismo. Choudary è anche sospettato di aver reclutato personale per varie organizzazioni terroristiche negli ultimi vent’anni.


In Austria l’estrema destra è in vantaggio nella corsa alla presidenza. Lo dicono alcuni sondaggi che prevedono una vittoria del candidato antimmigrazione, un fatto che rappresenterebbe una svolta per i populisti di tutta Europa che hanno sfruttato la crisi migratoria a loro vantaggio.


Due soldati turchi uccisi in Siria dal gruppo Stato islamico. Lo affermal’esercito di Ankara. Secondo la Bbc, sono le prime due vittime turche nei combattimenti nel nord della Siria, dove la Turchia è intervenuta due settimane fa. Altri cinque soldati turchi sono rimasti feriti quando un razzo ha colpito un carro armato.


Attentato contro un’ong a Kabul, in Afghanistan. Il 6 settembre è scoppiata un’autobomba vicino agli uffici dell’ong Pamlarena, legata alla rete Care, a Kabul. La sede dell’organizzazione è rimasta sotto assedio per varie ore da tre attentatori, che sono stati uccisi dalle forze speciali. Secondo Amnesty International è stato un attacco deliberato contro i civili e quindi “un crimine di guerra”.


In Svezia due giudici del comitato che seleziona il premio Nobel per la medicina costretti a dimettersi. Harriet Wallberg e Anders Hamsten sono stati invitati a lasciare il comitato dopo che il governo svedese ha licenziato la direzione dell’istituto Karolinska, la più prestigiosa struttura sanitaria del paese, coinvolta in uno scandalo legato al chirurgo italiano Paolo Macchiarini. Wallberg e Hamsten sono stati entrambi a capo dell’istituto, e insieme a molti altri sono sospettati di aver ignorato gli avvertimenti riguardo a Macchiarini. Il chirurgo italiano, noto per i trapianti di trachea, è accusato di aver usato procedure rischiose durante alcuni interventi e di aver dato informazioni false nel curriculum. È sotto processo anche in Italia per truffa.


Incendio in un carcere in Etiopia, almeno 23 morti. L’incendio è scoppiato nella prigione di Qilinto, ad Addis Abeba, un carcere di massima sicurezza dove sono stati imprigionati gli oppositori politici e i giornalisti che hanno partecipato alle proteste contro il governo scoppiate in tutto il paese nell’ultimo anno.


Il premio Nansen 2016 è andato a due volontari greci attivi nel soccorso dei profughi. Konstantinos Mitragas dell’Hellenic rescue team (Hrt) e Efi Latsoudi dell’associazione Pikpa camp sull’isola di Lesbo hanno vinto il premio Nansen 2016, il premio assegnato dall’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr). I due attivisti sono stati premiati per il loro lavoro di soccorso e salvataggio dei profughi nel mar Egeo nell’estate del 2015.


Gli osservatori elettorali europei denunciano “un’evidente anomalia” nei risultati del voto in Gabon. Lo afferma la missione di osservatori dell’Unione europea al termine dell’analisi dei risultati delle presidenziali del 27 agosto. Le irregolarità riguardano un distretto dove è stata registrata un’affluenza del 99,93 per cento, i cui voti hanno permesso al presidente uscente Ali Bongo di superare l’avversario Jean Ping. L’annuncio della vittoria di Bongo ha fatto scoppiare delle sommosse guidate dall’opposizione. La Francia chiede che si ricontino i voti. Vedi le foto.


La base del Movimento 5 stelle chiede le dimissioni dell’assessora Paola Muraro a Roma. Il direttorio dell’M5s ha convocato un vertice per decidere come reagire alle dichiarazioni dell’assessora Paola Muraro, che il 5 settembre ha rivelato di essere indagata per le sue consulenze all’Ama, l’azienda che si occupa dello smaltimento dei rifiuti a Roma, dal 21 aprile, e di esserne al corrente da luglio. Sul sito di Beppe Grillo gli attivisti del Movimento hanno chiesto le sue dimissioni. Muraro ha fatto sapere di voler essere interrogata dai magistrati.


Smantellata una rete di trafficanti di esseri umani basata nella provincia di Como. L’ha annunciato la polizia. In Italia, Germania e Austria sono state arrestate 21 persone sospettate di aver trasportato centinaia di migranti, tra cui molti siriani, con auto private dall’Ungheria verso l’Europa occidentale. L’indagine è partita dalla procura di Como, nella cui provincia vivono molti degli indagati. Gli arrestati sono di origine siriana, egiziana, libanese e tunisina.

 


Dal sito Internazionale.it

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.