A Praga una mostra di Giovanni Tomaselli – Echi del Mediterraneo

tomaselli

Il mare, le sue leggende, i racconti dei marinai, i canti delle sirene. Il legame di Giovanni Tomaselli con tutto questo è di ascendenza genetica, come catanese, successivamente affermato sulle coste della Riviera di Levante, dove vive ed opera da anni. Le opere di Tomaselli sono una lunga teoria di circostanze liriche di ascendenza esistenziale. Il maltempo che ripiega in tempesta, l’ansia dei marinai per l’approdo, le superstizioni e i mostri marini, le seduzioni delle sirene, il cadere del giorno risolto in sere stellate di calma piatta, il soffio dei venti, il canto malinconico dei gabbiani. Tutto concorre a conferire alle creazioni dell’Artista una patina di sognante sospensione metafisica intrisa di salsedine e di attesa.

La mai risolta ricerca di un ordine che sveli i misteri del creato e della condizione umana, collocata fra lo stupore della meraviglia oggettiva e della potenza distruttrice della natura, diventa metafora di una ricerca mai soddisfatta, da interrogare lungo il complesso repertorio di suggestioni visive di questo allestimento espositivo, esaltato dalla sacralità del luogo: la Cappella Barocca dell’Istituto Italiano di Cultura di Praga.


Octoechos – Echi del Mediterraneo
Mostra di Giovanni Tomaselli
1 settembre 2016, ore 18.00
Aperta fino a venerdì 9 settembre, ore 13:00
Cappella Barocca dell’Istituto Italiano di Cultura di Praga (Vlašská 34, Praga 1)
Info

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.