Scienziati slovacchi lavorano a microchip per individuare il cancro

cancro-seno_(Bakerstmd-cc-by-sa)

Ricercatori dell’Accademia slovacca delle scienze (SAV) stanno sviluppando uno speciale biochip che avrà lo scopo di aiutare a diagnosticare il cancro e tenere traccia dello stato di avanzamento della malattia. Come ha riferito il quotidiano Pravda, il progetto, in cui SAV collabora con l’Ospedale universitario di Trencin e l’Università di Belgrado, è ancora nelle prime fasi di sviluppo: ci vorranno forse quattro o cinque anni prima che i biochip possano essere utilizzati nella vita reale.

Gli scienziati sono tuttavia convinti che il chip sarà una innovazione che farà la differenza nel rilevare e trattare i tumori. I biochip dovrebbero non solo essere in grado di rilevare il cancro, ma anche determinarne lo stadio raggiunto e indicare la funzionalità di una determinata terapia. Le forme di tumore variano in termini di aggressività, ed è importante per i medici ottenere informazioni precise su come la malattia si sta sviluppando o se il paziente sta avendo una remissione. Per i biochip, che assomigliano a vetrini da microscopio, si può anche immaginare in futuro l’uso “fai da te” come per i test di gravidanza, dove gli ex pazienti oncologici possono farsi da soli un test con una goccia di sangue.

(Red)

_
Foto: tumore al seno
Bakerstmd cc-by-sa

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.