Tre ergastoli e altre 13 condanne a gruppo malavitoso di Kosice

crimin_(bs)

La Corte penale specializzata in Pezinok ha emesso diverse sentenze riguardanti il presunto boss della malavita della Slovacchia orientale Robert Okolicany insieme ad altre 15 persone. Le sentenze riguardano accuse per 19 reati, commessi in gran parte nella seconda città del paese Kosice, tra i quali la formazione e sostegno di gruppi del crimine organizzato e gruppi terroristici, omicidi, possesso illegale di armi, rapina e ricatto. La banda era accusata di quattro omicidi e tre tentati omicidi.

Okolicany e altri due membri del gruppo, Robert N. e Jaroslav P., sono stati condannati all’ergastolo, un quarto a 25 anni di reclusione, mentre le pene comminate agli altri vanno da 3 anni e mezzo fino a 12 e mezzo.

La causa ha avuto inizio nel 2007, e fino ad oggi la corte ha tenuto audizioni per circa circa 130 testimoni, uno dei quali ha lo status di collaboratore di giustizia. Il processo è stato complicato perché i membri del gruppo erano mascherati quando hanno commesso i crimini a loro imputati, crimini che si caratterizzavano per essere particolarmente brutali. La corte ha sottolineato che è stato possibile riconoscerli soprattutto dalla loro voce. I verdetti non sono definitivi e alcuni degli imputati hanno fatto appello.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.