Oro nel C2 a Rio 2016 agli slovacchi Škantár

skantar-canoaC2_(FB.com_skantars)

È ancora la canoa a regalare una medaglia alla rappresentanza olimpica slovacca impegnata in questi giorni a disputare i Giochi di Rio de Janeiro. I cugini Ladislav e Peter Škantár hanno trionfato ieri nella finale della canoa slalom C2 maschile, davanti ai concorrenti di Gran Bretagna, Francia e Germania, onorando così i pronostici che li davano per grandi favoriti. Con il tempo di 1:41.58 gli slovacchi hanno preceduto i britannici Florence-Hounslow (già secondi quattro anni fa) di appena 3 centesimi di secondo, mentre i francesi Klauss-Peche hanno raggiunto la terza piazza in ritardo di 1 secondo e 26 centesimi. Questa era la prima partecipazione degli Škantár a una Olimpiade, che già nelle qualificazioni avevano realizzato il miglior tempo. Sono detentori di cinque medaglie ai campionati del mondo e diverse altre agli europei.

Si conferma così la grande tradizione slovacca in questo sport, dal quale sono arrivate al paese la gran parte delle soddisfazioni olimpiche. Ladislav e Peter Škantár sono il quarto equipaggio C2 a partecipare alle Olimpiadi per i colori della Slovacchia indipendente. Ad Atlanta 1996 c’erano due team, i fratelli Ľuboš e Peter Soska e la coppia composta da Roman Štrba e Roman Vajs. Sono poi venuti i fratelli Peter e Pavol Hochschorner, giganti della disciplina C2, che conquistarono tre medaglie d’oro a Sidney 2000, Atene 2004 e Pechino 2008, ed un bronzo a Londra 2012.

Proprio dalla canoa slalom era arrivata la prima medaglia slovacca a Rio, con la seconda piazza di Matej Beňuš nel C1.

(La Redazione)

_
Foto facebook.com/skantars

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.