Oil & gas, Slovacchia stabile seppure dipendente dall’estero

energ-gas_(EPIF_epinfrastructure.cz) EPH

La dipendenza della Slovacchia dalle importazioni di energia è superiore alla media regionale. Il paese resta in gran parte dipendente per gas e petrolio dalle forniture dalla Russia, ma nell’ultimo periodo ha attivato alcuni progetti volti a migliorare i flussi bi-direzionali e ad aprire nuovi collegamenti frontalieri (con l’Ucraina e l’Ungheria, e si prepara a fare lo stesso con la Polonia) allo scopo di creare un mercato interconnesso del gas nell’Europa Centrale e Sudorientale, dice un rapporto sul mercato oil & gas slovacco appena uscito per pr-inside.com.

Il progetto di gasdotto che collegherà la Slovacchia con la Polonia, i cui lavori potrebbero iniziare nel 2019, sarà parte del cosiddetto “Corridoio del gas Nord-Sud” che dal terminale LNG polacco di Swinoujscie si interconnetterà in futuro con il Mar Adriatico. Sempre nel mercato del gas, nel medio periodo si notano dei rischi riguardo ai piani russi di bipassare completamente l’Ucraina entro il 2018, grazie al raddoppio del contestato progetto Nord Stream, un gasdotto appoggiato sul letto del Mar Baltico che connette direttamente la Russia (l’enclave di Kaliningrad) con la Germania. Se questo progetto andrà avanti, pr-inside.com nota che provocherà una riduzione del gas trasportato attraverso la Slovacchia, e di conseguenza un massiccio calo del fatturato dell’operatore Eustream sui diritti di passaggio e infine un taglio alle entrate dello Stato, azionista dello stesso.

Il consumo interno della Slovacchia nel 2015 è stato pari a circa 1,9 miliardi di dollari di idrocarburi quasi totalmente importati da est, un valore in calo sul 2014 soltanto grazie alla riduzione dei prezzi di petrolio e gas sui mercati internzionali. Il trend del settore non prevede cambiamenti di sostanza nel prossimo periodo quanto a consumi – si stima un aumento dell’1,5-2% quest’anno e nei prossimi – o nella produzione interna, che si limita ai prodotti raffinati dalla petrolifera Slovnaft nell’impianto Bratislava. Sono numeri, scrive pr-inside.com in linea con la discreta crescita del PIL nazionale e l’aumento, ormai in via di rallentamento, del parco auto nel Paese.

(Red)

_
Foto epinfrastructure.cz

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.