Il nuovo Stadio di calcio nazionale pronto nella primavera del 2018. Sarà Strabag a costruirlo

stadionazio_slovan

Sarà una succursale della società austriaca Strabag a costruire il nuovo stadio nazionale di calcio che sorgerà sul sito dell’ex stadio Tehelne Pole a Bratislava. Strabag ha vinto la gara di appalto con una offerta del valore di 59,77 milioni di euro (IVA inclusa), quasi sei milioni in più della stima di 54 milioni fatta dall’appaltatore, la società NFS (che sta per Národný futbalový štadión), il cui azionista è il club di calcio dello Slovan. Secondo il contratto già firmato, le società in subappalto potranno svolgere il 30% dei lavori sul sito. Allo stadio, oltre alle strutture sportive collegate, sarà affiancato un complesso di strutture commerciali e uffici.

I lavori dovrebbero essere conclusi in 76 settimane, circa un anno e mezzo, e lo stadio dovrebbe essere pronto ad aprire entro i primi mesi del 2018. Il nuovo stadio avrà una capienza di 20.500 posti a sedere (con un migliaio di posti auto nel garage sotterraneo) e sarà rubricato nella categoria 4 dell’Uefa per gli incontri internazionali.

Lo Stato si è impegnato a riscattare la parte non commerciale dello stadio, e a fornire alla società NFS, il cui azionista è il club di calcio dello Slovan, un contributo di 27,2 milioni di euro che sarà poi detratto dal prezzo di acquisto finale. Questo non potrà superare i 75,2 milioni di euro, al netto delle imposte.

La nuova infrastruttura andrà a sostituire lo stadio Tehelne pole che è stato terreno di casa dello Slovan fin dalla sua costruzione nel 1940. Il primo incontro disputato qui fu contro l’Herta Berlin, il 27 aprile 1940, risultato in un pareggio 2 a 2. Lo stadio, che aveva capacità fino a 30.000 spettatori, funzionò fino al 2009, e fu poi smantellato nel 2013 per far posto al nuovo, il cui progetto è stato più volte posticipato. Nei progetti iniziali avrebbe dovuto essere inaugurato già nel 2010.

Il progetto è stato criticato da molte parti per il costo e la poca trasparenza nella gestione dell’intera procedura, oltre al fatto che la società NFS che lo costruisce fa capo all’imprenditore Ivan Kmotrik, un presunto sponsor del partito di governo Smer-SD. Qualche tempo fa Transparency International Slovensko ha denunciato il costo insolitamente alto dello stadio se confrontato con la capienza (e dunque anche le presunte entrate economiche) della struttura. TIS ha mostrato in un confronto come il costo per ogni posto a sedere sia di oltre 3mila euro nel caso dello Stadio nazionale slovacco, ben il doppio del moderno stadio di Trnava inaugurato appena lo scorso anno, e almeno del 50% più caro di altri stadi aperti di recente in giro per l’Europa (Lisbona, Lipsia, Praga, Klagenfurt).

CLICCA PER INGRANDIRE

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google