RS – Il mondo adesso [Pakistan, Etiopia, Usa, Siria, Italia]

news-mondoadesso

Il gruppo pachistano Jamaat ul Ahrar ha rivendicato l’attentato a Quetta, in Pakistan. Nell’attentato suicida, avvenuto nel pronto soccorso di un ospedale di Quetta, in Pakistan, sono morte almeno 70 persone. Nell’ospedale un gruppo di avvocati e giornalisti si erano riuniti per dare l’ultimo saluto a un altro avvocato, Bilal Anwar Kasi, presidente dell’associazione degli avvocati del Belucistan, ucciso in una sparatoria qualche ora prima. Jamaat ul Ahrar è un gruppo fuoriuscito dai taliban pachistani.

La cassazione ha dato il via libera al referendum costituzionale in Italia.La corte ha convalidato le firme presentate dal comitato del sì. Da questo momento il governo avrà 60 giorni per fissare la data della consultazione sul disegno di legge Boschi. Secondo stime di YouTrend, il referendum potrebbe tenersi tra il 2 ottobre e l’11 dicembre. La riforma, tra le altre cose, propone di superare il bicameralismo perfetto.

Quasi cento persone sono state uccise dalle forze di sicurezza durante le proteste in Etiopia. Lo sostiene Amnesty International. Nella regione di Oromia e nella capitale ci sono state proteste contro il governo nel weekend, ma sono state represse dalle forze di polizia. Ci sono state anche decine di arresti. I social network sono stati oscurati, perché i manifestanti li avevano usati per promuovere i cortei.

Il repubblicano Evan McMullin si candiderà da indipendente contro Donald Trump. McMullin annuncerà presto la sua decisione, come riportano diversi mezzi d’informazione statunitensi. Sarà sostenuto da un gruppo di repubblicani contrari alla candidatura di Trump. Mormone, 40 anni, è un ex agente della Cia e nei mesi scorsi ha criticato diverse volte il miliardario newyorchese sui social network, definendolo “tirannico”.

Un ospedale di Medici senza frontiere è stato bombardato in Siria. Diversi bombardamenti hanno colpito un ospedale di Msf a Millis, nella provincia di Idlib, in un’area controllata dai ribelli. Nei raid contro l’ospedale pediatrico che serviva un bacino di 70mila pazienti sono morte 13 persone, tra cui quattro medici. Secondo gli ultimi dati diffusi dall’Osservatorio siriano per i diritti umani in Siria sono state uccise 290mila persone nel conflitto cominciato nel 2011.

 


Dal sito Internazionale.it

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google