Anche soldati slovacchi al pellegrinaggio militare alla Madonna Nera di Czestochowa

madonna nera czestochowa (foto_exciting-krakow.com)

Un gruppo di cinque militari slovacchi delle Forze armate si sono uniti giovedì scorso ad altri soldati europei e non per una marcia militare internazionale che da Varsavia attraverso un pellegrinaggio di 350 chilometri ha come obiettivo la città polacca di Czestochowa. Lo scopo è commemorare un presunto miracolo del XVII° secolo, quando il locale monastero di Jasna Góra sarebbe stato salvato dalle invasioni degli Svedesi grazie alla famosa icona della Madonna Nera presente all’interno dello stesso. La notissima immagine della Vergine Maria con il bambino è da secoli oggetto di culto e venerazione popolare, ed era amata in particolare da Papa Giovanni Paolo II. Si stima che ogni anno partecipino al pellegrinaggio circa 100.000 persone con un “cammino” che può avere inizio a Varsavia oppure a Cracovia.

czestochowa_(Jordi-E-nc-nd)

Il pellegrinaggio militare, che si affianca al pellegrinaggio popolare, festeggia quest’anno la 25esima edizione. Insieme agli slovacchi ne fanno parte militari di Polonia, Germania, Austria, Croazia e Stati Uniti (questi ultimi sono soldati di stanza nell’Europa centrale). I soldati faranno dai 25 ai 40 chilometri di marcia al giorno, raggiungendo la destinazione in dieci giorni, il 15 di agosto, giornata della la festa dell’Assunzione della Santissima Maria Vergine. Nei chilometri finali ai soldati slovacchi si accompagnerà l’ordinario militare della Slovacchia, il vescovo mons. Frantisek Rábek.

(Red)

_
Foto sotto: Jordi E cc-by-nc-nd

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.