SAV avrà meno fondi per la ricerca nel 2011 per quasi l‘8%

L’Accademia slovacca delle scienze (SAV) dovrà accontentarsi l’anno prossimo di un budget che sarà inferiore di 5 milioni di euro di quello del 2010, e per questo sarà necessaria una riorganizzazione interna, ha detto il presidente di SAV, Jaromir Pastorek, dopo un incontro ieri con il Primo Ministro Iveta Radicova.

Il bilancio 2011 di SAV è prevista raggiungere 60 milioni di euro. Pastorek ha sottolineato che SAV non è un’istituzione piena di impiegati che può fare tagli. «Il nostro personale d’ufficio è molto ridotto, il personale amministrativo rappresenta solo il 10,7% del nostro personale e, se riducessimo il loro numero, rischieremmo il collasso», ha detto Pastorek.
La Repubblica Ceca e l‘Ungheria destinano il triplo della somma per ogni ricercatore rispetto alla Slovacchia, e la scienza e la ricerca slovacca soffrono da tempo di un deficit di fondi.
«Dobbiamo confessare e ammettere che ci stiamo avvicinando alla fine», ha detto Pastorek, pur rilevando che nessun Governo è riuscito a migliorare la situazione in modo sostanziale. «Il PIL sta crescendo, ma le spese per la scienza sono carenti», ha detto, «Forse dobbiamo essere più pazienti e determinati».
Pastorek ha anche detto di aver avuto un incontro soddisfacente con il Premier. «La signora Premier viene dal campo scientifico, e ha lavorato in SAV per anni, quindi è ben consapevole di come vanno le cose (in SAV)»,  ha detto, riferendosi al passato della Radicova come professore di sociologia.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*