Il Presidente Kiska in Sud America, visita Cile e Argentina prima di andare alle Olimpiadi di Rio

kiska-cile_(prezident.sk)

Il Presidente Andrej Kiska ha concluso una sua visita ufficiale in Cile, e prosegue ora il suo viaggio in Argentina. Venerdì 5 agosto sarà poi a Rio de Janeiro per assistere della cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici 2016. A Santiago Kiska, dopo aver incontrato la sua omologa Michelle Bachelet, ha sostenuto che sono molte le cose e gli interessi in comune tra il Cile e la Slovacchia. Tra queste, le opinioni condivise su problematiche come il terrorismo, le migrazioni, la situazione in Ucraina e i problemi della Georgia. Il presidente cileno, ha detto Kiska, ha una profonda conoscenza della situazione in Europa, e con lei «condividiamo assolutamente gli stessi valori». Il Cile è oggi il paese di maggior successo in econmia del Sud America, e la Slovacchia avrebbe interesse a stringere con esso una migliore cooperazione, ha detto Kiska. Del resto, nell’era digitale e delle innovazioni tecnologiche la distanza non gioca più un ruolo così importante. Anche la Bachelet ha elogiato quello che lei ha definito colloqui interessanti e ha notato che Cile e Slovacchia si trovano ad affrontare sfide simili, principalmente nei settori della modernizzazione dell’economia, della ricerca, dello sviluppo e innovazione.

I due paesi hanno anche in comune un problema di accesso dei giovani al mercato del lavoro, ha detto il presidente slovacco: è compito dei politici aiutare i giovani a trovare la voglia di sfidare se stessi, dopo il termine degli studi, con una propria attività, piuttosto che aspettare di ottenere un buon impiego. Naturalmente, l’iniziativa personale dovrebbe essere sostenuta dal settore pubblico e privato, ha detto Kiska, riferendosi al progetto Start-Up Chile che ha avuto modo di visitare lunedì e che crede potrebbe insegnare molto alla Slovacchia. Nel nostro paese «si parla molto di sostegno alle innovazioni, alle start-up e all’ambiente imprenditoriale», ha sottolineato Kiska, notando che l’esperimento cileno, con un budget di 9 milioni di euro, in cinque anni è divenuto il progetto di questo tipo di maggior successo nell’intera America Meridionale, con partecipanti da tutto il mondo, ed è stato copiato da almeno altri sei paesi.

Kiska, che era accompagnato da una missione di imprenditori slovacchi, ha anche visitato un paio di università tra le migliori del sub-continente, dove forte è l’integrazione tra la teoria e la pratica, producendo ottimi risultati. Non era così qualche anno fa, ma le cose sono cambiate quando il paese ha deciso di investire sull’istruzione come priorità, ha sottolineato Kiska. Un esempio da seguire per le università slovacche.

Kiska ha concluso la sua visita ufficiale in Cile il Martedì, passare alla vicina Argentina. Mercoledì scorso, Kiska è prevista per tenere colloqui a Buenos Aires con il suo omologo argentino Mauricio Macri. Sarà anche possibile visitare il ramo latino-americano della suddetta società slovacca ESET e incontrare la comunità di espatriati. Successivamente, che sarà lui a recarsi in Brasile per partecipare alla cerimonia di apertura dei Giochi olimpici estivi XXXI a Rio de Janeiro apertura.

Il capo dello Stato slovacco si è poi spostato in Argentina, dove vedrà a Buenos Aires il suo omologo Mauricio Macri e farà una visita alla sede latino-americana della società slovacca ESET (la nota produttrice dell’antivirus Nod32), oltre che incontrare la comunità di espatriati.

(Red)

_
Foto prezident.sk

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google