Boom di vendite di armi da fuoco in Slovacchia, in parte a causa delle migrazioni

crimin_cronacanera-armi-pist_(166507-pixabay)

Le vendite di armi da fuoco in Slovacchia sono aumentate di un 20% rispetto allo scorso anno, secondo quanto riportato da Tasr, che spiega il fenomeno citando alcune ragioni riferite da un esperto di armi che è anche rivenditore al dettaglio con il suo negozio.

Sarebbero diversi i fattori in gioco. In primo luogo, gli acquirenti sarebbero persone che posseggono da tempo armi che hanno probabilmente deciso di acquistare un nuovo modello di pistola, un po’ come si cambia il telefono cellulare o l’automobile. Poi verrebbero i nuovi titolari di una licenza di porto d’armi, che vogliono possedere una propria arma e dare esercitazioni di tiro, un fenomeno facilitato dalla recente apertura di diversi poligoni privati. Infine, c’è un sentimento comune di peggioramento della situazione della sicurezza in tutta Europa, e di conseguenza anche in Slovacchia. Molte persone – secondo l’esperto la maggioranza – avrebbero comprato un’arma non solo per proteggere se stessi e la propria famiglia da gente proveniente da altri paesi o da possibili attacchi terroristici, ma soprattutto per la paura di furti e rapine, che recentemente hanno registrato un boom nel paese.

(Red)

_
Foto PDPics CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.