Fermati migranti al confine con l’Austria. Polizia: tutto normale, nessuna emergenza

immig_(borbenedek-20661518234-cc-by)

Domenica 31 luglio la polizia slovacca ha arrestato 19 migranti al valico di frontiera di Jarovce-Kittsee che volevano raggiungere l’Austria. I migranti, 12 pachistani, sei afgani e una persona ancora non identificata, sarebbero entrati in territorio slovacco dall’Ungheria su un camion. Da quanto ha detto il capo della polizia Tibor Gaspar, come riportato dall’agenzia Tasr, i diciannove stranieri sono stati portati in Slovacchia da un trafficante che li avrebbe scaricati dicendo loro di essere in Austria. Le autorità slovacche dovranno ora decidere sulla sorte degli immigrati candestini, tra i quali vi sono diversi minorenni, che probabilmente saranno restituiti all’Ungheria. Per il momento saranno comunque ospitati in centri di prima accoglienza a Secovce (regione di Kosice) e Medvedov (regione di Trnava).

Gaspar ha chiarito, in un incontro con i giornalisti ieri, che nonostante l’operazione di domenica non vi è nessuna emergenza clandestini: la situazione dell’ondata migratoria in Slovacchia è stabile e assolutamente sotto controllo. Gli agenti di polizia e delle dogane hanno solo registrato un leggero aumento dei passaggi attraverso il confine ungherese. Nell’ambito della lotta contro i trafficanti di clandestini svolta insieme all’Unità nazionale per la lotta all’immigrazione clandestina sono diversi i successi nell’anno passato. Sono stati effettuati numerosi arresti di gruppi di migranti e di organizzazioni criminali e singoli trafficanti, ha detto Gaspar.

(Red)

_
Foto Bőr Benedek cc-by

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.