Slovenske Elektrarne: effettuato il passaggio della prima quota da Enel a EPH

mochovce_(fonte_seas.sk)

Il gruppo Enel ha informato ieri di aver concluso, dopo l’ok ricevuto dall’autorità antitrust di Bruxelles, la cessione del 50% della sua quota maggioritaria nella società elettrica slovacca Slovenske Elektrarne al gruppo ceco-slovacco EPH. Nei fatti, Enel Produzione S.p.A. ha concluso la cessione a EP Slovakia BV, controllata di EPH, del 50% della società slovacca Power Holding BV che detiene a sua volta il 66% di Slovenské elektrárne a.s., come previsto dal contratto stipulato il 18 dicembre 2015 tra Enel Produzione ed EP Slovakia come prima fase della cessione dell’intera quota Enel in Slovenské elektrárne.

Il prezzo della transazione è di 375 milioni di euro, come già stabilito a suo tempo dopo lunghe negoziazioni. Di questi, 150 milioni saranno pagati subito mentre il resto (225 milioni) saranno conferiti in concomitanza con il passaggio del resto delle azioni in mano a Enel dopo la conclusione dei lavori alla centrale di Mochovce. Questo secondo passaggio prevede l’esercizio di una opzione call da parte di Enel Produzione o l’opzione put di EP Slovakia dodici mesi dopo aver ricevuto il permesso per il test di funzionamento per le unità 3 e 4 della centrale nucleare oggi ancora in costruzione. Enel stima che queste opzioni diverranno esercitabili entro la fine del primo semestre del 2019.

Il totale di 750 milioni di euro concordato tra le parti sarà sottoposto ad un meccanismo di aggiustamento sulla base di valutazioni di esperti indipendenti che agiranno su parametri e in un contesto già ben definito dagli accordi. Se per una qualche ragione non fosse possibile esercitare le opzioni nei termini indicati, l’operazione si concluderà comunque nella seconda metà del 2022.

Ieri poi si è tenuta una assemblea generale straordinaria di Slovenske Elektrarne che ha provveduto a nominare il nuovo presidente e fare cambi all’interno del consiglio di amministrazione, oltre a fare alcune modifiche allo statuto per quanto riguarda il funzionamento del patto parasociale.

Nuovo presidente con effetto da oggi 29 luglio è Bohumil Kratochvil, espressione dei nuovi soci EPH, che sostituisce Nicola Cotugno, uomo Enel che ha diretto l’azienda dal febbraio 2015 e ha seguito la delicata fase di negoziazione per l’uscita di Enel dal mercato slovacco. Kratochvil è stato nominato anche amministratore delegato, e Cotugno rimane come primo vice presidente.

Resta ora da vedere cosa farà il governo slovacco, e se ha intenzione di utilizzare l’opzione, firmata da entrambi i soci privati lo scorso dicembre, per aumentare la sua quota nella società elettrica dall’attuale 34% al 51%.

(La Redazione)

Foto seas.sk

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google