Ex agente segreto ricercato dopo condanna a 14 anni

serviziosegre_(carnivillain-nc-nd) passap armi crimin

Dopo una condanna a 14 anni confermata dalla Corte suprema a fine giugno per falsificazione di cambiali, Lubos Kosik, un ex agente del servizio di intelligence slovacco SIS, si è dato alla macchia e da allora non se ne hanno notizie. La polizia slovacca lo sta ricercando.

Secondo il quotidiano Sme l’uomo, già ex poliziotto e nel 1995 coinvolto nel rapimento (ancora impunito) del figlio dell’ex presidente della Repubblica Michal Kovac, potrebbe già aver lasciato il paese legalmente, usando il suo passaporto, perché nessuno l’ha bloccato. Tuttavia, scrive il giornale, egli è ricercato ancora solo in Slovacchia. E il mandato di cattura è scattato soltanto il giorno dopo la sentenza definitiva, arrivata il 21 giugno scorso, alla quale l’imputato non ha presenziato. La Corte penale specializzata starebbe verificando l’ipotesi che Kosic sia presumibilmente fuggito all’estero, e in tal caso emetterà un mandato di cattura internazionale.

Kosik aveva avuto relazioni con la malavita, oltre che con i servizi segreti, e alla pena detentiva per aver falsificato cambiali per il valore di 2,4 milioni di euro è stata aggiunta una multa di 100.000 euro che difficilmente verrà incassata.

Secondo le accuse formulate a suo tempo, Kosik era ritenuto essere uno dei quattro responsabili del rapimento di Michal Kovac Jr. ma il caso non è mai arrivato in tribunale a causa delle amnistie concesse nel 1998 dal primo ministro Vladimir Meciar (da alcuni considerato il mandante del rapimento) che allora agiva ad interim come presidente della Repubblica.

(Red)

_
Foto Neil Girling cc-by-nc-nd

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google