Bruxelles approva l’ingresso di EPH in Slovenske Elektrarne

slovenskeelektrarne_googlemaps

La Commissione europea ha dato ieri il via libera all’accordo tra il gruppo energetico ceco-slovacco EPH e la società italiana Enel per l’acquisto congiunto della partecipazione (del 66%) nella società elettrica slovacca Slovenske Elektrarne (SE). L’operazione, ha dichiarato Bruxelles, non costituisce una minaccia per la concorrenza economica, e le attività delle imprese in questione si sovrappongono solo di poco, rimanendo esposte alla concorrenza di altri operatori.

Questo passaggio porta ora nel vivo l’operazione di cessione da parte di Enel della sua partecipazione a EPH. Ora il gruppo italiano conferirà il suo 66% in Slovenske elektrarne a una nuova società, la HeldCo. E successivamente ne cederà il 50% a EP Slovakia, società controllata da EPH, per la somma concordata di 375 milioni di euro, dei quali 150 subito. Gli altri 225 al perfezionamento dell’operazione, con la cessione del restante 50% della partecipazione entro il primo semestre del 2019, vale a dire dopo il completamento delle due nuove unità della centrale nucleare di Mochovce.

Prima di questo ultimo passaggio, tuttavia, potrebbe accadere che lo Stato slovacco, che oggi detiene il 34% della società, riesca ad aggiudicarsi un ulteriore 15% del capitale, divenendo così azionista di maggioranza. A questo proposito e con questo intento Enel e il ministero dell’Economia slovacco, che gestisce la quota azionaria statale, hanno firmato un memorandum di intesa per una opzione di acquisto che è stato accettato anche da EPH.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google