Lajcak: lavorare per svolgere meglio i compiti dell’ONU con gli strumenti che abbiamo

lajcak_onu_(fb)

Il ministro degli Esteri slovacco Miroslav Lajcak ha incontrato a New York la scorsa settimana i membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite in merito alla sua candidatura, sostenuta dal governo della Slovacchia, a prossimo segretario generale dell’ONU. Lajcak ha risposto alle domande dettagliate dei membri del consiglio su progetti e idee specifiche nei numerosi campi di attività delle Nazioni Unite.

Lajcak ha anche fatto un intervento presso la sede dell’ONU di fronte agli ambasciatori dei paesi del G-77, affrontando poi il tema di una nuova dirigenza delle Nazioni Unite nella sua complessità all’interno di un dibattito presso l’Istituto internazionale per la pace davanti a diplomatici, analisti, giornalisti e specialisti del Terzo settore. Il ministro slovacco, già rappresentante Ue nei Balcani nel decennio scorso, ha sottolineato come l’ONU sia la «pietra angolare di un multilateralismo efficace». Vorrei, ha detto, «che divenisse una organizzazione efficace, dinamica e affidabile, rispettata e con la piena fiducia degli stati membri». Presentando i punti specifici della sua visione per il futuro delle Nazioni Unite, Lajcak ha ricordato che l’organizzazione ha tutto ciò che serve «le istituzioni, gli standard, le competenze, le capacità e le risorse umane», che però necessitano una rimodulazione per affrontare al meglio i cambiamenti dell’era contemporanea e le attuali sfide internazionali.

(Red)

__
Foto: Lajcak davanti al Palazzo ONU

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.