Slovacchia firma con la Bulgaria memorandum per il gasdotto Eastring

Eastring gasdotto

Ieri a Bratislava il ministro slovacco dell’Economia Peter Ziga e il segretario di Stato del ministero per l’Energia bulgaro Zhecho Stankov hanno firmato un memorandum d’intesa a livello intergovernativo relativo al progetto del gasdotto Eastring. All’inizio di giugno era stato siglato un accordo di cooperazione tra le società del gas Eustream e Bulgartransgas nell’ambito del progetto che vede coinvolte, oltre a Slovacchia e Bulgaria, anche Romania e Ungheria. Il gasdotto Eastring, nato dall’idea del gestore slovacco della trasmissione del gas Eustream, ha lo scopo di mettere in connessione – a doppio senso – le condotte dei paesi dei Balcani orientali con quelli slovacchi, per permettere lo scambio di gas tra i diversi sistemi energetici e in futuro essere in grado di importare il gas direttamente dall’Asia – dalla regione del Caspio – diversificando le fonti e garantendo una maggiore sicurezza energetica. Oggi è la Russia a pompare gran parte gas che attraversa la Slovacchia in direzione Europa Occidentale, ma il progetto di raddoppio del Nord Stream ha messo Slovacchia e paesi limitrofi nel dubbio che il flusso un giorno possa anche fermarsi.

Il ministro Ziga ha commentato la firma del memorandum dicendosi certo che il progetto Eastring «faciliterà la creazione di una Unione energetica dell’UE tramite la diversificazione delle rotte del gas e delle fonti di gas».

La capacità prevista dell’Eastring pipeline, che ha ricevuto il sostegno di Bruxelles, sarà tra i 20 e 40 miliardi di metri cubi di gas all’anno. Secondo Ziga Ungheria e Romania si uniranno all’iniziativa nel prossimo futuro.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google