Nato e Russia: le ultime tensioni in una sola mappa

Le ultime fasi del confronto tra Nato e Russia in Europa nella mappa realizzata dagli esperti dell’Institute for the Study of War (ISW). Come si può osservare, in seguito alla volontà dell’Alleanza Atlantica di tranquillizzare la Polonia e gli alleati baltici, soprattutto riguardo agli sconfinamenti aerei di Mosca, conducendo una massiccia campagna di esercitazioni nell’est continentale (“Anaconda 2016” è stata la simulazione di guerra più vasta dalla fine della Guerra Fredda), i vertici militari russi hanno risposto allineando tre nuove divisioni “combinate” in prossimità dei confini  sud-orientali della Federazione di cui fanno parte due brigate di fanteria motorizzate che sono state posizionate alla frontiera con Ucraina e Bielorussia.

russia-nato-europa
Clicca sulla mappa per ingrandirla

In risposta alle intenzioni Nato di stabilire nelle Repubbliche Baltiche e in Polonia dei battaglioni internazionali, la Russia ha deciso, inoltre, di rafforzare la propria presenza e nel Mar Mediterraneo e nel Mar Nero. Il potenziamento della capacità di difesa dagli attacchi aerei con l’installazione di un ulteriore sistema missilistico terra-aria S-300 in Bielorussia e il potenziamento delle postazioni d’artiglieria Bereg a difesa delle coste del Mar Nero, vanno lette contestualmente all’installazione di alcune componenti dello “scudo” missilistico Nato in Polonia e Romania.

Continua a leggere sul sito TermometroPolitico.it

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.