Ministro Lajcak: è il momento di guardare in modo critico l’Unione europea

lajcak_(EEAS-cc-by-nc)

L’entusiasmo per l’adesione all’Unione europea è stata sostituita dall’euroscetticismo e stanchezza da allargamento, ha detto ieri a Bratislava alla Conferenza delle commissioni per gli affari UE dei parlamenti dell’Unione (COSAC) il ministro slovacco degli Affari esteri ed Europei Miroslav Lajcak, ammonendo sul fatto che anziché l’unità stanno vincendo divisione e individualità dei paesi membri. E intanto la crisi ha scosso la fiducia della gente nell’euro come moneta comune europea. L’Unione, ha sottolineato Lajcak, deve affrontare con decisione la crisi migratoria e la decisione della Gran Bretagna di lasciare l’UE. Su quest’ultimo punto il ministro ha ricordato il momento della scissione della Cecoslovacchia, che potrebbe servire come esempio per trattare l’uscita di Londra: nonostante le tante emozioni in campo, le delegazioni ceca e slovacca furono in grado di ragionare a mente fredda e con responsabilità, lavorando per il migliore dei risultati per i propri cittadini. Così dovrebbe essere tra la Gran Bretagna e l’UE, i cui interessi sono strettamente intrecciati, ha detto.

Si tratta di questioni molto serie, «ma dobbiamo mantenere la calma e agire congiuntamente», ha detto il ministro, pur ammettendo che i cittadini europei non hanno più fiducia nella capacità dell’UE di svolgere i compiti che le sono assegnati, e hanno invece paura di perdere «sicurezza, identità e prosperità». «È arrivato il momento di cominciare guardare l’UE e noi stessi in modo critico», ha aggiunto Lajcak.

I 27 stati membri dell’UE vogliono mantenere un buon rapporto con il Regno Unito anche dopo la separazione, e il futuro dell’UE sarà proprio il tema principale del vertice informale fissato per il 16 settembre a Bratislava, il primo summit dei leader dell’UE lontano da Bruxelles da diversi anni a questa parte. «Vogliamo una Europa moderna e lungimirante», e «vorremmo vedere più cose che ci legano che non quelle che ci dividono». È necessario spiegare chiaramente alla nostra gente che «l’Unione europea è una soluzione e non un problema, un’amica e non una nemica», e chiarire senza ombre il perché «non c’è alternativa migliore», ha aggiunto Lajcak.

 

(Red)

 

__
Foto EEAS cc-by-nc 2.0

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google