Global Peace Index 2016: i paesi meno sicuri al mondo

globpeace
clicca sullìimmagine per ingrandirla

Arrivato alla decima edizione, il Global Peace Index realizzato dall’Institute for Economics and Peace ogni anno classifica le zone più pericolose e, diametralmente, quelle più pacifiche del pianeta. In totale sono 23 gli indicatori utilizzati per stilare il ranking. Questi ultimi possono essere raccolti, però, in tre macro-categorie: il livello di sicurezza, la partecipazione di uno stato a un conflitto esterno o il coinvolgimento dello stesso in una guerra interna e, in ultima analisi, il grado di militarizzazione di una data società.

Vedi la mappa interattiva

Secondo gli esperti che hanno redatto il rapporto lo stato meno sicuro è di gran lunga la Siria. Sul podio anche il Sud Sudan davanti all’Iraq. Nella top ten figurano anche Afghanistan, Somalia, Yemen, Repubblica Centrafricana, Ucraina e Sudan. Detiene il primato tra i paesi più sicuri l’Islanda, seguita Danimarca e Austria. In top ten anche Nuova Zelanda, Portogallo, Repubblica Ceca, Svizzera, Canada, Giappone e Slovenia.

Come si vede dalla mappa soprastante, poco è cambiato dal 2015. L’anno scorso tra i 10 paesi meno sicuri figuravano anche Pakistan, Repubblica Democratica del Congo e Russia, rispettivamente, in ottava, nona e decima posizione. Per quanto riguarda la top ten degli stati più sicuri, diversamente dal 2015, mancano Finlandia, Irlanda e Australia, scese all’undicesimo, dodicesimo e quattordicesimo posto.

(Termometropolitico.it)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.