Arrestato un cittadino ceco sospettato di essere entrato l’altra notte nel palazzo presidenziale

palazzopresid-grassalk

Sarebbe stato arrestato ieri un uomo che è sospettato di essere lo sconosciuto che si è intrufolato nel palazzo presidenziale durante la notte di Lunedi. Si tratta di Milan K., un 35enne ceco, che è ora accusato di “interferenza non autorizzata con il diritto di terzi ad una casa, appartamento o locali non abitativi”. A compiere il fermo gli agenti dell’Ufficio per la protezione dei funzionari costituzionali, insieme alla polizia di Bratislava, come ha riferito ieri il ministero dell’Interno.

Secondo le ricostruzioni, l’uomo ha scavalcato la recinzione sul retro del palazzo che dà sul giardino presidenziale (aperto al pubblico) per poi entrare all’interno dell’edificio dall’ingresso dei dipendenti. Salendo al piano superiore ha fatto scattare l’allarme, giudicato un falso positivo dagli addetti alla sicurezza, che lo hanno disattivato e non hanno proceduto oltre. L’uomo ha vagato per il primo piano una ventina di minuti, e poi se n’è andato senza prendere o danneggiare nulla. Gli inquirenti lo hanno potuto rintracciare perché il suo volto è stato ripreso dalle telecamere di sicurezza.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.